Cancellarsi da Facebook Twitter e Google +, ecco quali dati restano

Cancellarsi da Facebook, Twitter, LinkedIn e Google Plus è tanto facile quanto straziante: non tutti i dati vengono cancellati

Social networkCancellarsi da Facebook, Twitter e Google Plus, per non parlare di LinkedIn, è tanto facile quanto straziante: sappiamo tutti che i social network non sempre cancellano tutte le informazioni e la rete sociale di Mark Zuckerberg ne è la perfetta dimostrazione. Un punto della situazione, perciò, è d'obbligo.

In passato lo accusavano di conservare i dati dell'utenza anche dopo la cancellazione del profilo, ecco perché Zuckerberg ha cambiato modo di fare: è possibile disattivare temporaneamente il profilo, facendo sparire gran parte dei contenuti condivisi sul sito, anche se qualcuno resterà senz'altro (pensate ai messaggi inviati, che potrebbero essere visti dagli altri, come avverte lo stesso Facebook); è concessa anche la possibilità di cancellarsi definitivamente dal social network, ma il processo è fastidioso: bisogna aspettare due settimane affinché vada in porto e, se per caso si dovesse riaccedere, tutto inizierebbe da capo. In questo caso, comunque, qualsiasi dato verrebbe fatto fuori: su Facebook, insomma, sarete morti.

Cancellarsi da Twitter (ma non troppo)


Per quanto riguarda Twitter, il periodo di tempo per farvi cambiare idea è molto più lungo: dovranno passare ben trenta giorni e, pensate un po', siccome il social network non controlla i contenuti indicizzati sui motori di ricerca (quindi non solo Google, ma anche Bing e tutti gli altri), i tweet saranno facilmente rintracciabili. Niente paura, comunque: se Twitter è considerata la rete sociale che più di tutte protegge la privacy, un motivo ci sarà, no?

LinkedIn cancella tutto tranne la pubblicità


Arriviamo a LinkedIn e Google Plus: il primo rimuove tutte le informazioni memorizzate dai motori di ricerca, anche se - a precisarlo è una fonte attendibile quale New York Times è - "si riserva il diritto di usare i tuoi dati per marketing o altri scopi".

Google Plus, confusione "babelica"


Google+, invece, è solo una parte di tutta l'infrastruttura web targata Google: è ovvio, perciò, che non saranno cancellate le foto - perché dovrete far riferimento a Picasa -, così come non saranno cancellati i contatti - per i quali dovrete rifarvi a Gmail. La situazione, poi, diventerà molto intricata con Google Babel. Se volete iscrivervi al social network di Mountain View, insomma, fatelo con la consapevolezza che tornare indietro è difficile.

Qualcuno di voi ha mai provato a cancellarsi dai diversi social network? Com'è stata l'esperienza?

  • shares
  • Mail