Chrome 27 migliora il caricamento delle pagine e la Omnibox

Google ha appena rilasciato la nuova versione di Chrome. Ecco le principali novità introdotte.

Con la solita puntualità che ormai caratterizza le nuove release, Google ha appena reso disponibile sui canali ufficiali la nuova major release di Chrome, che arriva alla versione 27 e rende disponibili a tutti gli utenti le novità già introdotte nelle versioni beta diffuse nelle ultime settimane.

Rispetto alle versioni precedenti, questo Chrome 27 non passerà di certo alla storia per quanto riguarda miglioramenti e novità. Il caricamento delle pagine risulta in media più veloce del 5 percento, che detto così non sembra poi molto, ma se consideriamo la già incredibile velocità di caricamento in Chrome si tratta di un bel passo in avanti.

Omnibox migliorata, aggiornate le politiche di logging

Google ha migliorato anche le correzioni del controllo ortografico che è stato al centro di un major update nella release precedente di Chrome e apportato fondamentali miglioramenti ai suggerimenti dell'Omnibox. Con l'occasione Google invita gli utenti a consultare l'help center relativo alle politiche di logging: le ricerche verranno archiviate solo dopo che avrete premuto INVIO. Tutto quello che digiterete senza dare conferma non verrà salvato da Google in alcun modo.

Le chiavi di ricerca, invece, verranno conservate per migliorare il servizio e fornirvi suggerimenti in linea con la vostra attività online.

Sync FileSystem API per gli sviluppatori

La novità più importante la troviamo sul fronte degli sviluppatori: Sync FileSystem API è una nuova application programming interface per lo storage offline che permette agli sviluppatori di realizzare più velocemente applicazioni in grado di salvare dati in Google Drive e sincronizzare file tra diversi client. Questi file, specifica Google, vengono archiviati in sandbox private e possono essere manipolati con la HTML5 File API e la FileSystem API.

Per il changelog ufficiale di questo Chrome 27, che include anche i particolari degli 14 falle alla sicurezza corrette da Google, vi rimandiamo all'elenco pubblicato su Chromium, mentre se volete passare a questa nuova versione potete farlo aggiornando direttamente dal browser o scaricando il file di installazione a questo indirizzo.

Via | Google Chrome

  • shares
  • Mail