Nuovo Google Maps, ecco le immagini e la prova in anteprima

Ecco un piccolo tour hands-on della nuova interfaccia di Google Maps, una prova in anteprima di questo rivoluzionario upgrade.

Tour di Google Maps

La conferenza del Google I/O ci ha portato qualche novità interessante, soprattutto nel campo dei servizi. Niente nuova versione di Android, né hardware - Però l’assistenza vocale e la nuova incredibile interfaccia di Google Maps sono piuttosto emozionanti.

Tour Iniziale


Tour di Google Maps
Tour di Google Maps
Tour di Google Maps

L’esperienza inizia con un tour. Google ha cambiato così tanto l’interfaccia che si è sentita la necessità di spiegare all’utente tutti i cambiamenti passo passo.

Il look è assolutamente fantastico. Niente più barre laterali, come anticipato: ora tutta la finestra del browser diventa mappa da un bordo all’altro. I menu possono essere richiamati ma per la maggior parte del tempo se ne staranno nascosti per farci godere del paesaggio.

L’interfaccia


Seguiamo un po' le orme del tutorial e vediamo cosa è cambiato nell'interfaccia, e come ci possiamo godere al meglio delle nuove feature di Google Maps:

Tour di Google Maps
Tour di Google Maps
Tour di Google Maps

  • La casella di ricerca in alto a sinistra domina l’interfaccia. Si tratta di una casella intelligente, perché oltre a consentirci di inserire una destinazione consente anche di consultare le nostre ricerche precedenti, accedere rapidamente alle indicazioni stradali ed alle informazioni su traffico e mezzi publici.
  • I risultati sono contrassegnati direttamente sulla mappa, non ci sono più pin, ma gli elementi più importanti sono contrassegnati come più grandi
  • Le schede compaiono per mostrare informazioni ogni volta che selezioniamo un risultato sulla mappa, ed integrano anche Street View in una miniatura
  • Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps

  • Street View ed i tour fotografici ed il carousel consentono di esplorare una location fotograficamente, e sono incapsulati nell’interfaccia, comparendo solo quando ci sono contenuti da visionare
  • Lo zoom consente di passare al 3D: bisogna zoomare, poi inclinare la mappa per vedere gli edfici in prospettiva, sempre che ci sia copertura per tale servizio
  • L’attuale stato di aggiornamento delle mappe


    Tour di Google Maps

    Google non offre gli stessi servizi ovunque. Gli edifici tridimensionali non sono disponibili dappertutto ed i tour fotografici ci sono solo dove gli utenti hanno fornito il loro aiuto. Qui sopra vediamo Boston, la cui skyline è completa e rende piuttosto bene l'idea della città anche a chi non l'ha ma visitata. In Italia dovremo aspettare ancora un po’ per goderci davvero Google Maps nel pieno della sua gloria.

    ROMA
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps

    Roma (che già si è vista al keynote) appare con una buona parte della sua gloria intatta - San Pietro c’è, siamo d’accordo, ma Piazza di Spagna ed il Colosseo sono ancora un po’ abbozzati.

    MILANO E NAPOLI
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps

    Purtroppo nei due capoluoghi - per fare due esempi - c’è ancora poco da vedere. La città è ancora “piatta” e non ci sono edifici in rilievo per il momento.

    Conclusioni

    Abbiamo potuto giocare un po’ con la nuova interfaccia e ne abbiamo ricavato un’impressione piuttosto buona, per non dire spettacolare. Alla fin fine quello che ci troviamo davanti è solo una versione migliorata del canonico ed ormai familiare Google Maps, però la fusione con Google Earth ha avuto effetti più profondi di un semplice facelift.

    Il paesaggio ci segue e si muove con fluidità. Niente più brusche cesure, c’è un’animazione anche quando cerchiamo una locazione - Una volta inserita “voleremo” lì come per magia. Un effetto dannatamente cinematografico, che l’interfaccia sembra gestire bene senza subire troppi rallentamenti. Chi ricorda “l’agonia” di aspettare il caricamento mappe delle prime versioni di Google Maps resterà stupito. Anche lo zoom è diventato molto più veloce.

    Passare da una modalità all’altra (3D VS 2D) resta ancora traumatico per il nostro apparecchio, qualunque esso sia. Ci si mette qualche secondo.

    LA GALLERY AL COMPLETO

    Tour di Google Maps

    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps
    Tour di Google Maps

    • shares
    • Mail