Google Search con Google Now, ecco come cambia la ricerca al Google I/O 2013

Google inizia la sua rivoluzione della ricerca, inaugurando il suo assistente vocale Google Now su Chrome. Volete parlare al vostro motore di ricerca come al computer dell'Enterprise? Ora si può.


Vi va di chiaccherare un po’ col vostro PC? Anzi, per essere precisi, con il vostro motore di ricerca, perché presto potrete parlare con Google dovunque vi troviate. Ma la cosa più interessante è che il search engine vi ascolta... E vi risponde in modo corretto!

Ricerca vocale, design ispirato a Star Trek


Google I/O keynote
Google I/O keynote
Google I/O keynote

La nuova interfaccia di dialogo appare come un vero e proprio miracolo. Basta scandire le parole “Ok, Google” e poi fare la propria richiesta. E non serve neppure usare un dizionario specifico. Google ha dimostrato di capire frasi molto informali, ed anche che le domande sono collegate una all'altra. Qualche esempio:

  • “Ci sarà il sole a Santa Cruz durante il weekend?”
  • “Quanto è lontano da qui?”
  • “E che mi dici di Monterey?”
  • “Manda una mail a Vattelapesca e dille che ci vediamo lunedì pomeriggio”
  • “Ricordami che devo comprare il latte quando sarò al supermercato”

  • Un po’ tutti si aspettavano che la nuova interfaccia di assistenza vocale di Google Search fallisse una volta messa alla prova nella rumorosa conference hall del Mosconi Building, ma devo dire che invece Google si è comportato ammirevolmente.

    Ci sono state anche troppe demo per questo prodotto, davvero fantascentifico: una funzione di ricerca smart che interpreta le richieste e fornisce i dati necessari, dialogando con l’utente in modo naturale e comprensibile e presentando le informazioni in modo naturale.

    Le risposte migliorano per qualità


    Google I/O keynote
    Google I/O keynote
    Google I/O keynote

    Nonostante il traffico di alcuni siti abbia subito un danno, Google ha anche iniziato a fornire informazioni per conto proprio agli utenti, prima di tutti gli altri risultati delle ricerche. Google basa gran parte della propria intelligenza su questo mostruoso lavoro di catalogazione delle informazioni - Knowledge Graph.

    Si tratta di una vera e propria mappa di posti, cose, persone, eventi - Tutto presentato in modo sempre più ampio, intuitivo ed intelligente.

    Google Now, il life planner del 21° secolo


    Google I/O keynote
    Google Now

    ora consente di scegliere tanto il luogo quanto il tempo in cui ricevere un allarme. Ad esempio, è più utile farsi ricordare di comprare il latte quando entriamo al supermarket che alle 18.35 di lunedì sera.

    Ricordate che uno degli esempi che ho fatto parlando dell’interfaccia vocale era proprio questo? Beh, non è un caso: ora potete letteralmente chiedere a Google di prendere nota di qualcosa per riproporvelo al momento giusto.

    Non male direi: aspettiamo con ansia che queste novità diventino disponibili a tutti.

    • shares
    • Mail