AOL, Weblogs Inc e ANSA

AOL - AnsaOoops. Qualcuno all'ANSA ha lasciato avvicinare la persona sbagliata alla tastiera: AOL punta ad acquistare Weblogs è uno di quei lanci di agenzia che meglio travisa il senso dell'acquisto di Weblogs Inc. da parte di AOL. Il testo:

America Online (Aol), il maggior Internet provider del mondo controllato dalla Time Warner, rilevera' Weblogs. In questo modo potra' disporre di 85 siti internet da offrire ai cosiddetti blogger. Secondo quanto riporta l'agenzia Bloomberg, l'accordo, i cui termini non sono ancora stati resi noti, dovrebbe essere annunciato la prossima settimana.



Si pensa che AOL pagherà tra i 25 e i 35 milioni di dollari per rilevare "Weblogs da offrire ai cosidetti blogger". Se AOL aveva intenzione di offrire Weblogs a cosidetti blogger, forse gli sarebbe convenuto rivolgersi a TypePad o WordPress.com: avrebbe risparmiato qualche centinaia di migliaia di dollari per ogni cosidetto blogger. E, devo dire, se AOL ha comprato Engadget per offrirlo ad un "cosidetto blogger" qualsiasi, penso che nè Peter Rojas, nè i lettori di Engadget saranno felici.

Nullsoft ci ha insegnato che AOL è un pessimo padrone per una piccola azienda dinamica (vedere ad esempio l'esperienza di Steve Gedikian). Non so quanto AOL sia migliorata rispetto ai tempi dell'acquisto di Winamp, ma dubito che Engadget, Autoblog.com e Downloadsquad.com verranno offerti a dei "cosidetti blogger". Un consiglio per l'Ansa: stagisti più esperti.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: