Enrico Mentana lascia Twitter: troppi insulti ricevuti

Troppi insulti ricevuti: Enrico Mentana lascia Twitter. Il "popolo dei social network" miete un'altra vittima?

Enrico Mentana ha lasciato Twitter. Probabilmente lo saprete già, vista l'intenzione già manifestata da parte del direttore del TG LA7, che ha postato il suo ultimo tweet alle 19:41 di ieri sera. Senza però cancellare il proprio account, segno di una possibile apertura a un ritorno o semplicemente del non voler cancellare i 1.444 messaggi coi quali Mentana ha interagito con gli utenti nel corso della sua esperienza su Twitter.


Questo il messaggio postato da @ementana, che nel corso della giornata di ieri si era dedicato a rispondere dando le proprie motivazioni a chi gli chiedeva di rimanere: troppi insulti ricevuti, questa la causa principale che ha spinto Enrico Mentana a dire addio alla piattaforma dove ha raccolto più di 313.000 follower, facendosi apprezzare ovviamente per l'invio tempestivo di notizie, nonché per commenti a caldo sulle ultime elezioni politiche e altri avvenimenti principali.

Attacco all'anonimato


Dopo aver ricevuto gli insulti, che effettivamente ci sono, Mentana si è lanciato in un attacco nei confronti di chi mantiene l'anonimato sul social network, auspicando la necessità di postare con nome e cognome i propri pensieri (e le invettive nei confronti degli altri):



La decisione di lasciare e il contrattacco.



Con questo tweet, Enrico Mentana ha manifestato di fatto l'intenzione di voler "lasciare il bar" di Twitter, lasciandosi però andare successivamente a un contrattacco nei confronti di uno degli utenti che lo hanno infastidito coi loro messaggi, perdendo forse un po' di vista la propria pacatezza:


Un personaggio pubblico è un personaggio pubblico. Nella vita reale, così come su Twitter. Se il dibattito sull'anonimato in rete è ormai un argomento trito e ritrito, lo è anche la reazione dei social network nei confronti dei "VIP" che li popolano.

Gli insulti fanno, purtroppo per tutti, parte di Internet: non solo nel circolo dei famosi sui social network, ma nell'intera rete che ha del resto partorito sin dai primi tempi il detto Don't feed the troll. Ignorarli per non dare loro soddisfazione, aspettando che dedichino ad altre cose le loro attenzioni. È quanto invitiamo anche a Enrico Mentana a fare.

  • shares
  • Mail