Internet Explorer: tanti nemici, poco onore!

logo del browser operaOpera Software, la casa del browser norvegese, ha avviato un procedimento legale a carico di Microsoft presso la Commissione Europea. Il ricorso si basa come sempre sul monopolio che Microsoft, nel corso degli anni, ha imposto al mercato grazie al suo Internet Explorer.

Secondo il creatore di Opera, Microsoft starebbe rallentando significativamente lo sviluppo e l'affermazione degli standard W3c e soprattutto dell'Ecis (European Committee for Interoperable Systems) di cui fa ormai parte da anni.

Opera potrebbe vincere, soprattutto se si pensa ad un caso analogo del 1998, quando un giovane browser di nome Netscape osò sfidare e vincere la Microsoft davanti la Corte di Giustizia degli Stati Uniti. Il motivo? L'inclusione di un browser proprietario (sempre Internet Explorer) dentro un sistema operativo a larga diffusione.

Le richieste quindi di Opera Software sono chiare: costringere Microsoft ad uniformare il suo browser agli standard web, e separare Internet Explorer dal sistema operativo. Niente di nuovo, confidiamo nel detto Chi la dura la vince.

Via|Cnet News.com e PC World

  • shares
  • Mail
33 commenti Aggiorna
Ordina: