Warner Bros denunciata, usava Nyan Cat e Keyboard Cat senza permesso

Il karma colpisce una label dello spettacolo: Warner Brothers viene colpita da una causa legale per aver usato Nyan Cat e Keyboard Cat senza permesso.

Warner Bros si ritrova a fronteggiare una causa federale per violazione del copyright, dato che ha usato due notissimi meme felini senza chiedere il permesso agli autori: parliamo del leggendario Nyan Cat e dello storico Keyboard Cat.

Internet non conosce il perdono

Warner Brothers ha sfruttato i due meme, ormai fuori moda ma ancora perfettamente presenti nella memoria dei surfer, all’interno di uno (o più) videogame. Assieme alla multinazionale viene citato in causa anche lo sviluppatore, una software house chiamata 5th Cell.

Il Nyan Cat è il famoso video del felino volante che genera arcobaleni (la musica irritante è di un altro autore ed è un Vocaloid), mentre il Keyboard Cat è un povero micio che sembra suonare la tastiera, risalente addirittura al 2007. Potrà sembrare strano ma entrambi i meme sono stati regolarmente registrati con trademark quando gli autori ne hanno constatato il successo planetario. Chiaro: nessuno dei due è diventato ricco con i proprio 15 minuti di fama involontaria, ma sembra che il meccanismo di protezione dei copyright stia per garantirgli un gruzzoletto.

5th Cell ha usato tutti e due i felini citandoli per nome allo scopo di promuovere Scribblenauts, una serie di giochi uscita per Nintendo DS.

Il karma funziona

Warner Bros è una label responsabile per “l’ammutolimento” ed il takedown di migliaia di video di YouTube. Inutile dire che la Grande Rete è assolutamente deliziata di vedere WB costretta a prendere la sua stessa medicina.

Non so quante speranze ci siano di vincere una causa contro una spietata multinazionale, ma in questo uso il Fair Use non può essere invocato perché WB ha usato i due meme per profitto. La probabile strategia di difesa che verrà adottata sarà quella di cercare di convincere il giudice che i due copyright in questione non sono mai stati difesi prima e che quindi vanno considerati come “abbandonati”.

Via | Ars Technica

  • shares
  • Mail