Yahoo! rinuncia all'acquisizione di Dailymotion

Le preoccupazioni del governo francese tengono Yahoo! definitivamente lontana dall'acquisizione di Dailymotion, di cui si era parlato qualche tempo fa.

Se c'è stata realmente l'intenzione da parte di Yahoo! di comprare Dailymotion, questa è definitivamente svanita: ne parla una serie di voci di corridoio di queste ultime ore, secondo le quali la compagnia di Marissa Mayer avrebbe abbandonato l'ipotesi di portare a termine l'operazione.

Nel caso in cui invece fosse stata confermata, l'acquisizione del 75% di Dailymotion sarebbe stata quella più costosa nei 10 mesi in cui l'ex dipendente Google ha ricoperto il ruolo di CEO di Yahoo!, che per finalizzare il tutto avrebbe versato nelle casse di France-Telecom Orange una cifra intorno ai 300 milioni di dollari.

Le preoccupazioni del governo francese


A fermare tutto, però, sarebbe stato il governo francese, messosi secondo le voci in mezzo alla trattativa perché preoccupato dal passaggio della maggioranza di Dailymotion a una società al di fuori dei propri confini: tale operazione avrebbe infatti fatto perdere alla Francia il controllo su una delle aziende tecnologiche più grandi, almeno tra quelle presenti sul suo territorio.

Le autorità avrebbero così spinto France Telecom a stringere un accordo con Yahoo! che riguardasse solo il 50% della proprietà, ma a quanto pare la società americana ha rifiutato, tirandosi così definitivamente indietro per l'acquisizione. Al momento, né Yahoo né Dailymotion hanno dato una loro versione ufficiale della vicenda.

Video dal 2005


Dailymotion è una delle piattaforme di condivisione video più usata online, anche se naturalmente indietro rispetto a YouTube, il gigante di questa categoria di servizi. Attivo sul web dal 2005, il sito di Dailymotion è stato acquistato da France Telecom-Orange attraverso due fasi conclusesi nello scorso mese di gennaio, che hanno portato nelle tasche dei precedenti proprietari circa 170 milioni di dollari.

Via | Reuters.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail