LinkedIn acquista l'aggregatore di notizie Pulse per 90 milioni di dollari

LinkedIn ha confermato di aver acquisito l'aggregatore di notizie Pulse, primo passo verso una trasformazione radicale del social network dei professionisti. Cosa dobbiamo aspettarci?

Grosse novità in casa LinkedIn. Il "social network del lavoro" ha appena annunciato di aver acquisito Pulse, l'aggregatore di notizie utilizzato da oltre 30 milioni di utenti in tutto il Mondo, esploso quando Steve Jobs lo menzionò nel corso dell'evento di presentazione dell'iPhone 4.

Che LinkedIn avesse intenzione di crescersi ed espandersi non era certo una novità, ma nonostante i rumors delle ultime settimane in pochi si aspettavano che la società andasse in questa direzione. Pulse, una tra le alternative più valide a Google Reader, non sembra avere molti punti in comune col social network fondato da Reid Hoffman & Co. al di là della missione e degli ideali, che è proprio quello su cui ha puntato il comunicato con cui LinkedIn ha dato la notizia.

Un social network in espansione

Un collegamento, anche se preso un po' per i capelli, c'è: LinkedIn è il social network dei professionisti e Pulse, oltre ai feed degli utenti, fornisce una serie di contenuti scritti da professionisti del settore. Che sia proprio questa l'idea di LinkedIn? A leggere tra le righe di quanto dichiarato da Deep Nishar, Senior Vice President dell'azienda, sembrerebbe di sì:

Crediamo che LinkedIn possa essere la piattaforma definitiva per l'editoria professionale, dove tutti i professionisti possono venire a consumare contenuti e dove gli autori possono venire a condividere i propri contenuti. Milioni di professionisti iniziano già la loro giornata collegandosi a LinkedIn per tutte le ultime informazioni che gli sono necessarie per essere sempre migliori nel loro lavoro.

Non è chiaro, in concreto, come verranno integrati i due servizi, ma secondo i ben informati l'acquisto di Pulse, del valore di 90 milioni di dollari, è soltanto il primo passo verso una trasformazione radicale di LinkedIn che avverrà anche grazie a nuove acquisizioni.

Cosa cambia per gli utenti di Pulse?

Se siete tra quei 30 milioni di utenti che quotidianamente utilizzano Pulse in tutte le sue versioni - desktop, app per iOS e Android - potete dormire sonni tranquilli, almeno per un primo periodo. I fondatori dell'azienda hanno promesso che le applicazioni non subiranno alcuna modifica e potranno essere utilizzate come al solito, anche se non è chiaro se verranno mai aggiornate o meno.

Quello che è certo è che il team di sviluppo di Pulse si trasferirà nel quartier generale di LinkedIn a Mountain View e comincerà fin da subito a lavorare al social network.

Via | LinkedIn

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: