Quando la ricerca "locale" batte Google

RicervacQuando si tratta di fare una ricerca la maggioranza degli utenti internet di tutto il mondo (circa il 60 per cento) si affida a Google, considerato attualmente come il motore di ricerca più preciso sul mercato. Più distanti Yahoo! (14 per cento) e Microsoft (4 per cento). Ma siamo sicuri che è così dappertutto?

Un interessante articolo di un famoso giornale americano, infatti, ribalta la situazione, focalizzando l'attenzione alle aree d'interesse nelle quali il gigante della ricerca è più vulnerabile. In particolare, spostandosi fuori dagli Stati Uniti e dall'Europa occidentale si scopre che Google non è più il gigante della ricerca.

In Cina, ad esempio, viene utilizzato solamente dal 17 per cento dei navigatori del Web, che ritengono che altri motori di ricerca focalizzati sul territorio riescano a dare risultati più pertinenti. Stessa cosa in Corea, dove una società, Naver, la fa da padrone e "Big G" è relegato (con solo il due per cento di popolarità) a un sito di nicchia.

In Russia e nei paesi di area "cirillica", poi, il portale Yandex è leader sia nella raccolta pubblicitaria che nella ricerca, distanziando di chilometri i più famosi motori occidentali.

Quanto resisteranno ancora le realtà locali nei confronti delle grandi multinazionali?

  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: