World Communication Forum, inizio dei lavori. Oggi ospite anche Alberto Puliafito di Blogo

Parte il World Communication Forum di Milano. Tra i tantissimi appuntamenti, seminari, keynote e workshop ci sarà anche un ospite molto familiare per noi di Blogo: il nostro direttore Alberto Puliafito.

Aggiornamento: ecco un link ad un post di Alberto Puliafito, dove ci parla del suo intervento.

10 aprile: Abbiamo presentato un paio di giorni fa uno degli eventi “caldi” dell’anno per quello che riguarda le imprese che investono nel mondo dei social media: il World Communication Forum.

Ebbene, come preventivato i lavori iniziano proprio oggi. A partire dalla registrazione delle 8:30 fino all’ultima main session delle 17:15, la giornata sarà fitta di appuntamenti interessanti, tra keynote, workshop e tavole rotonde.

I ruoli dei protagonisti dei social media vanno ridefiniti



Vorrei proprio focalizzare l’attenzione sulla main session finale di questa sera, a cui parteciperà anche il nostro Direttore Responsabile, Alberto Puliafito. La tematica della tavola rotonda è

Publishers, Journalists, Institutions, Communicators, Influencers: Redefine roles and rules to build an effective trust

Condurrà il giornalista economico Giovanni Iozzia, già direttore di Capital, Vicedirettore di Chi e condirettore di Panorama Economy. Oggi Iozzia scrive su Panorama e panorama.it, Libero e Corriere delle Comunicazioni.

Oltre al nostro Aberto Puliafito, al pannello parteciperanno anche:

  • Maurizio Masciopinto, Direttore Relazioni Esterne Polizia di Stato – Ministero dell’Interno
  • Fiorella Passoni, Amministratore Delegato Edelman Italia
  • Patrizia Rutigliano, Presidente Ferpi
  • Vito Sinopoli, Presidente Editoriale Duesse

  • Dare fiducia sui social media. Come si fa?



    La tematica del “building trust”, cioè “costruire la fiducia” è uno dei tormentoni dei social media. Quando “uno vale uno” e tutte le comunicazioni son diffuse in tempo reale attorno ad un network è piuttosto ovvio che da un lato gli errori vengono amplificati da un megafono, dall’altro i contenuti degni di essere condivisi possono essere accolti con sospetto e nel peggiore dei casi cadere nel vuoto.

    Quali sono le condizioni per far crescere la fiducia nelle aziende e nei media? Tono della voce ed espressione vengono persi, ed il mero fatto di essere pubblicati non è più sufficiente.

    L’arte della comunicazione digitale non è insegnata molto bene, a nessun livello di istruzione - e la maggior parte del mondo sta ancora imparando con il metodo più duro possibile. Ascoltiamo quindi le parole degli esperti e scopriamo quali sono le strategie migliori per affrontare i social media e... Sopravvivere!

    • shares
    • Mail