Facebook Home, allarme privacy? La società interviene

Allarme privacy con Facebook Home? La società di Zuckerberg interviene e rassicura i consumatori (forse)

Facebook HomeSin da quando Facebook Home è stato lanciato l'accoglienza non è stata molto positiva, proprio perché è subito parso chiaro a tutti che la privacy non sarebbe stata tutelata a sufficienza; è stata proprio la tiepida reazione dei fan a spingere la società di Menlo Park a intervenire, per fare chiarezza e sottolineare che i dati personali non sono a rischio e che il launcher per il sistema Android non funziona secondo regole diverse rispetto a quelle che tutti conosciamo.

Gli utenti - ha spiegato Facebook - saranno rispettati in ogni loro decisione, nel senso che potranno modificare tutte le preferenze con il proprio account:

"Facebook Home - si legge nel blog ufficiale - raccoglie le tue informazioni solamente quando interagisci con l'applicazione ad esempio commentando un post o cliccando un Mi piace ai contenuti pubblicati dai tuoi amici. Home, inoltre, mantiene la lista delle applicazioni installate sul launcher per 90 giorni dal momento dell'installazione per migliorare il servizio fornito. Per i dispositivi in cui Facebook Home è preinstallato il launcher sarà leggermente più invasivo. Su questi smartphone, infatti, Home gestirà anche le notifiche di sistema e ciò permetterà a Facebook di raccogliere informazioni su queste notifiche (non sul loro contenuto) con l'obbligo, però, di cancellarle dopo 90 giorni".

Facebook riesce a rassicurare?


Con HTC First, insomma, la situazione sarà diversa: non c'è da preoccuparsi più di tanto, però, visto che chi acquisterà lo smartphone lo farà con la consapevolezza che Facebook ne rappresenta il cuore pulsante; c'era da aspettarsi, insomma, un certo margine di invasività.

E sul tracciamento della posizione? Valgono, più o meno, le stesse regole:

"Facebook Home utilizza i dati della tua posizione esattamente con l'applicazione Facebook che già utilizzi sul tuo dispositivo Android. [...] Come in qualsiasi altra applicazione puoi disattivare la localizzazione della tua posizione dalle impostazioni".


La società di Zuckerberg, insomma, ha voluto rassicurare i fan, rispondendo a una serie di domande che hanno assillato finora non pochi utenti. Sarà riuscita nell'intento di tranquillizzare tutti? Il tempo ce lo dirà.

Via | Facebook Home

  • shares
  • Mail