Microsoft irrilevante entro 4 anni? Sì, secondo un'analista della Gartner

Un'analisi dell'agenzia Gartner rivela che se Microsoft non punterà tutto sui dispositivi mobili potrebbe diventare irrilevante nel giro di pochi anni, entro il 2017.

Il mercato dei PC, ormai lo sappiamo, è in crisi rispetto al passato mentre quello di smartphone e tablet è in continua crescita. Anche Microsoft sembra averlo capito - i nuovi Windows Phone 8 e i tablet Surface ne sono la prova - ma i prossimi mesi saranno fondamentali per il futuro dell'azienda che, secondo gli analisi della Gartner, potrebbe perdere il posto conquistato a fatica in questi anni e diventare irrilevante entro il 2017, nel giro di appena quattro anni.

Questo è un periodo delicato, un momento di passaggio verso il mondo dei dispositivi mobili, in parte a discapito dei PC, e basta una scelta sbagliata per finire nel baratro, o quasi. Ne sa qualcosa Nokia, che da colosso dei telefonini ha vissuto un periodo nero da cui soltanto di recente ha cominciato a riprendersi. E Microsoft, sostengono alla Gartner, dovrà fare molta attenzione a come si muoverà nel corso dei prossimi mesi.

Le previsioni fatte dall'azienda di analisi parlano chiaro: entro il 2017 il mercato dei sistemi operativi - mobili e desktop - sarà dominato da Android. Al secondo posto, quasi a pari merito e con un enorme stacco rispetto al prima, ci saranno proprio Windows - nelle sue varie versioni - e Apple con iOS e Mac OS.

Ad oggi, ne parlavamo proprio pochi giorni fa, Microsoft continua a dominare il mercato dei sistemi operativi, ma se non farà nulla per modificare la sua situazione attuale - e quindi investire su nuovi dispositivi da immettere sul mercato - Android prenderà il suo posto a breve.

La tabella che vedete in testa all'articolo, frutto del lavoro dell'analista Carolina Milanesi, riassume al meglio la previsione: nel 2017 saranno in commercio 1.5 miliardi di dispositivi Android contro gli appena 600 milioni di dispositivi Microsoft - tra PC, tablet e smartphone - e i circa 450 milioni di Apple. E gli sviluppatori non potranno far altro che adeguarsi a quello che chiede il mercato, in questo caso Android, trascurando le altre piattaforme.

Va da sé che questa è soltanto la previsione di un'analista che tiene conto di fattori attuali e ipotizza quello che potrebbe succedere in futuro, non potendo in nessun modo considerare fattori imprevisti e mosse a sorpresa delle varie aziende prese in considerazione. Il succo, comunque, è uno soltanto:

Chi non ha ancora un PC cercherà un tablet come primo dispositivo e si rivolgerà ad Android o iOS. Vincere nel settore dei tablet e degli smartphone sarà fondamentale per Microsoft se vorrà rimanere rilevante in questo settore.

Parola di Carolina Milanesi. Quanto c'è di realistico? Come al solito sarà il tempo a dirvelo. Voi, intanto, che ne pensate?

Via | The Guardian

  • shares
  • Mail