Fukushima: Google Street View nella zona di esclusione nucleare a Namie

Le auto di Street View ottengono accesso all'area evacuata di Namie, a poca distanza dalla centrale nucleare di Fukushima. Ecco le foto.

Fukushima: Google Street View nella zona di esclusione nucleare a Namie

Da quel 11 marzo 2011, giorno dello spaventoso tsunami in Giappone, nessuno ha più vissuto nella città di Namie, uno dei luoghi evacuati dopo il disastro nucleare accaduto nella centrale di Fukushima. Le auto di Google Street View sono tra le poche ad avere avuto accesso all'area, per volontà del sindaco di Namie, Tamotsu Baba.

Per il sito "Memories of the Future", Baba ha infatti permesso ai mezzi dell'azienda americana di percorrere le strade di Namie, nel bel mezzo della zona di esclusione nucleare, al fine di documentare la crisi che l'area sta ancora affrontando a distanza di due anni, con 21.000 residenti evacuati che sperano di poter tornare a casa prima o poi.

"Molte delle persone evacuate hanno chiesto di vedere lo stato attuale della loro città, e ci sono sicuramente tante persone in giro per il mondo che vogliono un modo migliore per vedere come l'incidente nucleare ha toccato le comunità circostanti."

Foto eloquenti


Le immagini sono a tratti impressionanti: significativa quella del relitto di una nave nel bel mezzo di un'area dove non c'è mare, posizione dalla quale è possibile partire nella navigazione per scoprire i danni di ogni genere portati dallo tsunami a Namie.

Fukushima: Google Street View nella zona di esclusione nucleare a Namie

Fukushima: Google Street View nella zona di esclusione nucleare a Namie
Fukushima: Google Street View nella zona di esclusione nucleare a Namie
Fukushima: Google Street View nella zona di esclusione nucleare a Namie

Via | Theverge.com

  • shares
  • Mail