Twitter, Papa Francesco da record (90% di commenti positivi e 6 milioni di cinguettii)

Papa Francesco è riuscito a conquistare anche il web, o meglio: i fedeli che lo utilizzano, soprattutto coloro che non possono fare a meno di Twitter. Non sappiamo se con il pontefice uscente, Joseph Ratzinger, sarebbe avvenuto lo stesso, nel caso in cui si fosse iscritto subito al noto social network; siamo sicuri, però, che quello di Bergoglio è stato un esordio davvero importante:  5.934.013 milioni di cinguettii provenienti da tutto il mondo.

papa Francesco su Twitter

Record assoluto su Twitter con 90% di commenti positivi


A studiare le interazioni è stata la società di innovazione tecnologica del gruppo Almaviva: si chiama "Almawave" e ha preso in considerazione tutti i cinguettii indirizzati al pontefice e alla chiesa nella lingua delle realtà che costituiscono i principali nuclei della società cattolica: italiano, spagnolo, inglese e portoghese.

"Il giorno della sua elezione - hanno spiegato gli esperti -, Papa Francesco poteva contare sul 79% dei commenti in senso positivo/neutro, mentre il 21% aveva un tono negativo/sarcastico. Ad oggi, dopo la prima settimana, le interazioni a contenuto positivo/neutro sono passate al 90%, con il restante 10% di commenti a connotazione negativa, prevalentemente dettati dalle notizie diffuse sulla rete in merito a presunte connessioni del Papa con la dittatura argentina".

Solo un fuoco di paglia per papa Francesco?


Tutto, insomma, è andato migliorando - e sicuramente lo farà nei prossimi giorni, visto che è stata seccamente smentita la presunta combutta tra Jorge Mario Bergoglio e la dittatura. Come al solito, Twitter si dimostra estremamente sensibile a ciò che accade nel mondo e ai suoi protagonisti: pensate alle recenti indagini sulla felicità dei cittadini italiani. Papa Francesco riuscirà a mantenere questo record eccellente, durante il suo pontificato?

  • shares
  • Mail