Facebook fa bene alla salute degli anziani

Il social network di Mark Zuckerberg secondo alcuni studi sarebbe assolutamente salutare per gli utenti i quali hanno superato la soglia dei 65 anni, infatti l'utilizzo del portale provocherebbe un miglioramento delle abilità cognitive oltre alla percezione di una rete sociale che li aiuti e li sostenga. A dimostrazione di questa tesi ci sarebbe uno studio condotto dai ricercatori dell'Università dell'Arizona, che hanno approfittato dell'annuale riunione dell' International Neuropsychological Society, per esporre i risultati degli delle ricerche condotte.

Secondo lo studio in esame tutte le persone over 65 dovrebbero iscriversi al social network in modo tale da ridurre il senso di solitudine e tenere allenate le funzioni cognitive. Stando al lavoro condotto dal team guidato dalla psicologa Janelle Wohltmann, gli anziani che nel loro tempo libero si dilettano a navigare nel social network hanno la possibilità di incrementare le proprie capacità cognitive addirittura del 25% rispetto ai coetanei non iscritti alla rete social.

Lo studio è ancora in corso d'opera ma i primi risultati emersi sono il frutto di una serie di test condotti su un campione di 42 anziani di età compresa tra i 68 e i 91 anni, che non si erano mai affacciati al mondo social. Gli utenti sotto osservazione dopo aver acquisito tutte le informazioni riguardanti le caratteristiche e le modalità di utilizzo di Facebook, sono stati invitati ad inserire qualche post sul portale almeno una volta al giorno, attività che ha avuto la conseguenza di migliorare le prestazioni mentali, oltre ad un sensibile miglioramento dell'umore dovuto alla sensibile diminuzione del senso di solitudine.

Via www.repubblica.it

  • shares
  • Mail