Twitter, per la pubblicità nuove regole (ma solo per le celebrità)

TwitterLe celebrità dovranno adattarsi: potranno fare pubblicità su Twitter, ma avranno l’obbligo di attenersi alle ultime disposizioni in materia della Federal Trade Commission statunitense; l’agenzia ha deciso di tutelare i consumatori, infatti, pubblicando un PDF in cui spiega per filo e per segno come i VIP dovrebbero twittare i loro messaggi pubblicitari. Sono delle richieste un po’ strane, a dire il vero, ma in casi come questo – si sa – si fa prima ad accettarle che non a protestare.La FTC si è inventata un personaggio immaginario, Juli Starz, e l’ha fatta sbagliare di proposito, proprio per mettere in evidenza cosa una celebrità non dovrà più fare: ponendo il caso che la Starz voglia pubblicizzare la pillola “Fat-away”, scrivendo di essere riuscita a perdere 30 chili in sei settimane e mettendo alla fine del messaggio un link diretto al prodotto, beh, non potrà farlo; questo, infatti, è un esempio eclatante di errore: Juli avrebbe dovuto spiegare che si trattava di un annuncio e non ha neanche fornito molte informazioni ai suoi follower (come se i caratteri di un tweet fossero infiniti).

Questo è solo un caso, ovviamente; la materia in questione, infatti, è stata aggiornata in modo dettagliato, visto che nel 2000 – anno delle prime disposizioni di FTC – la situazione era completamente diversa. Le star farebbero meglio ad adattarsi, perché, in caso contrario, sono previste cause e sanzioni, la cui entità, però, non è stata ancora definita.

Siete d’accordo con queste imposizioni?

  • shares
  • Mail