Harlem Shake, problemi di copyright per il nuovo fenomeno del web

Harlem Shake

Problemi in vista per Harlem Shake, o meglio: per il suo autore Baauer. Il brano continua a mietere visite e click su Youtube e qualsiasi social network, tra una videa-parodia e l’altra, ma qualcuno non è d’accordo. Mad Decent, casa discografica del tormentone di questo 2013, è stata infatti contattata da Hector Delgado e Jayson Musson, rispettivamente ex-rapper, ora evangelista a Puerto Rico, e rapper conosciuto come "Hennessy Youngman". Per quale motivo? Lo raccontano tutti i giornali d’America.Stando a quanto messo in evidenza, in Harlem Shake sono presenti due frasi, con los terroristas e do the Harlem Shake, la prima in apertura della canzone; la seconda, invece, che lancia il ballo di massa (se vi siete fatti prendere anche voi la mano da questi divertenti balletti lo saprete sicuramente). I due pezzi vengono l’uno da un brano inciso nel 2006 dal già citato Delgado; l’altro, da una canzone che Musson registrò in una canzone dei Plastic Little. L’accusa, insomma, è quella di aver copiato parti di altri titoli, senza chiedere il permesso (comportamento che impone il sistema della copyright).

Non sappiamo ancora come andrà a finire, visto che la questione è piuttosto spinosa: tutto potrebbe concludersi con un risarcimento, per esempio; ma non è detto. Per adesso, però, è molto curioso scoprire che la frase con los Terroristas è stata utilizzata senza permesso anche in altri brani, di cui però Delgado non si è affatto interessato. Diciamo che la prima posizione in classifica nella Billboard statunitense e il numero altissimo di visualizzazioni potrebbero aver dato alla testa anche a un predicatore evangelico del suo calibro…

  • shares
  • Mail