Spotify, 24 milioni di utenti attivi e 6 milioni di abbonamenti

Direttamente dal South by Southwest (SXSW) di Austin, in Texas, Spotify ha fatto un bilancio di questi ultimi mesi di attività e snocciolato qualche dato ufficiale alla luce dell'approdo del servizio di streaming musicale in tre nuovi Paesi, Italia compresa. Negli ultimi tre mesi il numero degli utenti attivi è passato da 20 a 24 milioni, quasi dieci in più rispetto ai dati diffusi nel luglio dello scorso anno.

Il 75 percento degli utenti si accontenta di utilizzare la versione free di Spotify - ascoltando quindi gli spot e limitandosi all'utilizzo del servizio su un solo computer - mentre il 25 percento, si parla di circa 6 milioni, ha sottoscritto un abbonamento. E qui arriva la sorpresa: tra gli utenti paganti, il 90 percento ha preferito sottoscrivere l'abbonamento Premium al costo di 9,99 euro al mese - anziché la versione a 4,99 euro, con qualche limitazione in più - optando così per ascolti in mobilità.

L'incontro al SXSW è stato anche un occasione per parlare del futuro, più roseo che mai. Nel corso di questo 2013 l'azienda prevede di incassare qualcosa come 684 milioni di dollari proprio grazie agli utenti paganti, a cui si devono aggiungere gli incassi in arrivo dalla pubblicità, ascoltata da circa 18 milioni di utenti.

All'industria discografica, ne avevamo parlato anche in passato, va una grossa fetta di quel totale - Spotify ipotizza, per questo 2013, circa 500 milioni di dollari - mentre ciò che resta sarà riservato a fare pubblicità e acquisire nuovi clienti e alle copertura dei costi dell'azienda, stipendi dei suoi dipendenti compresi.

Via | TNW

  • shares
  • Mail