Biblioteca Apostolica Vaticana, il materiale sarà online per un totale di 2.8 petabyte e 40 milioni di pagine

Libreria Apostolica Vaticana

La Biblioteca Apostolica Vaticana sarà oggetto di un lavoro degno di lode. La Santa Sede, infatti, ha dato il lasciapassare per la messa online di tutti i documenti più importanti e i reperti culturali che da sempre custodisce con grande cura (ovviamente permettendo l'accesso agli studiosi ). Non si tratta della prima mossa a favore del web, se considerate che l'ultimo pontificato è stato caratterizzato dall’arrivo di Ratzinger su Twitter (una “catastrofe comunicativa”, secondo alcuni).Il trasferimento di 80mila codici e 11 milioni di libri appartenenti a tutte le epoche sarà opera di EMC e Dedagroup, che memorizzeranno i file utilizzando delle apparecchiature sofisticate:

La collaborazione con la Biblioteca Apostolica Vaticana – ha dichiarato Marco Fanizzi, community manager di EMC Italia – è un progetto estremamente importante e fornirà alle generazioni future l'accesso alla conoscenza e la comprensione di testi che altrimenti sarebbero stati persi".

Il dato più curioso non sta, però, nell’apertura della Santa Sede al web, quanto nella mole di dati infinitamente grande che sarà trasferita: si tratta – stando ai calcoli di EMC – di ben 2.8 petabyte e 40 milioni di pagine; una notizia splendida, insomma, per tutti gli studiosi.

Via | DedaGroup

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: