Intervista con Frieda Brioschi di Wikimedia Italia

Avevo preannunciato un'intervista con Frieda Brioschi, Presidente dell'Associazione Wikimedia Italia, in occasione dell'uscita del libro in italiano su Wikipedia. E' arrivata solo oggi per motivi di tempo: Frieda è sempre impegnata, ma ieri non ha saputo resistere alle mie pressioni.

Le ho chiesto qualche cosa di più "italiano" rispetto alla sua intervista su Assignment Zero, parte di una serie più ampia di belle interviste in tema di crowdsourcing realizzate per Wired News e segnalate qui da Bernardo Parrella.

Frieda, qual'è il numero di editor attivi ogni giorno e il numero di edit?
Al giorno non ci sono dati, ma mensili sì. Li trovi a questa pagina.

Un aneddoto?
La mia parte preferita è il nostro lato ironico, misconosciuto ai più, che raccogliamo in scherzi & stubidaggini. Il più amato è il test di Wikidipendenza. Mmmh, e poi abbiamo ricevuto diverse email molto serie che ci segnalavano un buco nella sicurezza del sito per cui i contenuti apparivano modificabili a tutti.. ;-))))
Quali sono le pagine più lette e quelle più controverse?
Nnon teniamo statistiche interne sull'accesso, quelle più discusse sono quelle protette o semiprotette, voci di attualità o di 'argomenti ancora aperti' (come le Foibe) su cui gli autori si trovano a dibattere e che saltuariamente e a tempo determinato vengono bloccate dagli amministratori finché la situazione non si tranquillizza o i "contendenti" non trovano un punto di intesa.

Richieste da parte dei giornalisti professionisti?
Non saprei. Di solito i giornalisti chiedono tutti le stesse cose. Alcuni hanno la sgradevole abitudine di inserire volutamente errori in giro per verificare in quanto tempo li sistemiamo e se li sistemiamo. Una pratica abominevole e scorretta, tenuto conto che nemmeno sempre tornano indietro a sistemare le cose.

La richiesta più strana in assoluto dal pubblico
Le domande strane non sono mai quelle di chi vuol sapere sull'enciclopedia, ma quelle di chi cerca qualcuno che la consulti al posto suo.. abbiamo uno spazio apposito per quelle, l'oracolo.

Libertà d'opinione e responsabilità per la gestione di un sito come Wikipedia, ci dici qualcosa?
Vediamo... libertà d'opinione sì, purché non siano le pagine di Wikipedia il campo di discussione. Wikipedia è una enciclopedia e tutto quel che passa di lì dev'essere "enciclopedico" o inerente al processo di stesura dell'enciclopedia. In linea di massima tutto quel che compare su Wikipedia deve essere ascrivibile ad una fonte esterna, il che tutela anche l'autore. Non c'è responsabilità diretta in Italia sulla gestione del sito, infatti tutto è demandato alla fondazione americana; quel che invece rimane è la responsabilità dei contenuti, che ricade sui singoli autori (ovunque essi si trovino).

Come si è formato il gruppo italiano: siete supereditor che hanno fondato l'Associazione?
Qualcosa del genere. Per circa sei mesi abbiamo dibattuto in uno spazio su Wikipedia dell'opportunità e della necessità di avere una associazione alle spalle, ed in altri 6 mesi l'abbiamo creata. Al processo hanno partecipato alcuni degli (allora) utenti più attivi di Wikipedia.

Come vedi lo sviluppo futuro dell'opera, per la natura unica ma anche per le impostazioni date dagli USA?
Beh, l'edizione in italiano ha ancora tanta strada da fare, soprattutto se confrontata alla versione in inglese. Abbiamo spazio per crescere e migliorare, e se proprio non dovessimo essere soddisfatti, anche per specializzarsi. E possiamo ancora lavorare tanto sulla sinergia con i progetti fratelli.

Fino a quando resterà senza pubblicità, ci sono licenze d'uso particolari o altre fonti di revenue?
Per quel che mi riguarda, in eterno. Principalmente Wikimedia Foundation vive di donazioni spontanee, ma ha anche qualche fonte di introito data dalle royalties per l'uso del marchio: ad es. in Germania è in vendita il dvd di Wikipedia in tedesco e per ogni copia venduta 1€ va a WikiMediFoundation.

Quali sono i progetti in vista e quali in particolare sono nati da Wikimedia Italia?
Dopo il manuale è in arrivo (a Settembre) il DVD dell'edizione italiana di Wikipedia, realizzato in collaborazione con Wikimedia Italia. Inoltre a settembre saremo presenti al Festival della letteratura di Mantova, ospiti di Lettera27, una fondazione con cui portiamo avanti un ambizioso progetto: Wikiafrica. Wikiafrica si propone di africanizzare le voci di Wikipedia e aiutare le edizioni di Wikipedia in lingua africana a crescere.

Conosci altri progetti simili portati avanti dai chapter nazionali all'estero?
Dal punto di vista editoriale, il chapter tedesco ha all'attivo il DVD di Wikipedia (il primo in assoluto) e la stampa della versione tedesca di Wikipedia in 100 volumi. Anche il chapter francese ha collaborato ad un DVD: raccoglie le voci migliori dell'edizione in inglese.

A quando un Wikicamp dalle nostre parti?
Al più presto. Spero ce la faremo per questo autunno.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: