Microsoft brevetta la madre di tutti gli Adware

Microsoft brevetta un grande fratello della pubblicitàPer quanto Microsoft cerchi di cambiare l'immagine negativa che molti utenti hanno di questa società, quando si leggono certe notizie, si realizza che saranno comunque sforzi vani.

Microsoft ha infatti brevettato un sistema di distribuzione di annunci pubblicitari in grado di aggregare informazioni sul vostro computer e selezionare i corretti annunci da mostrarvi.
Il sistema sarebbe quindi un vero e proprio "advertising framework" (che farebbe parte del sistema operativo, o integrato all'interno di altre applicazioni), in grado di raccogliere dati e raffinarli nel tempo per proporre spazi pubblicitari a società che si occuperebbero di raccogliere gli eventuali inserzionisti, sicuri di raggiungere il target preciso per la propria pubblicità.

Inoltre il sistema permetterebbe agli inserzionisti di ricevere direttamente informazioni in merito alla capacità dei propri annunci di generare visite ed eventualmente acquisti online.

Nulla sfuggirebbe a questo sistema: documenti, e-mail, file musicali, podcast, settaggi del proprio computer, messaggi di sistema (es. inchiostro quasi terminato), insomma una sorta di grande fratello che nasce dalla visione di Bill Gates e Ray Ozzie che illustrarono nel novembre 2005, presentando la piattaforma Windows Live.

Un sistema del genere diventerebbe certamente la preda più ambita, in quanto, se fosse sovvertito, si aprirebbe un vaso di pandora contenente una grande quantità di informazioni personali, senza arrivare ad immaginare eventuali manomissioni sia del sistema che del flusso dei dati.
E anche se questo non succedesse, le implicazioni etiche ed in materia di tutela della privacy di un sistema del genere, capace di frugare sono tante da far venire la pelle d'oca anche in questa torrida estate.

In definitiva sarebbe la madre di tutti gli adware, la definitiva classificazione di ogni nostra azione tramite un dispositivo elettronico, un altro "grande fratello" che sinceramente nessuno ha fretta di conoscere.

  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina: