Spotify gratuito per i dispositivi mobili? L'azienda ci sta lavorando

Abbiamo già parlato a lungo di Spotify e del suo funzionamento, rimarcando come il suo funzionamento sui dispositivi mobili sia lo stesso di quello dell'applicazione ufficiale per desktop, con una sola e sostanziale eccezione: al di là del periodo di prova concesso a tutti, se non si sottoscrive un abbonamento Premium al costo di 9,99 euro al mese, le app per i dispositivi mobili diventano inutilizzabili. Qualcosa, però, potrebbe cambiare presto. L'azienda sarebbe già al lavoro per poter rendere le app utilizzabili anche dagli utenti che non vogliono sottoscrivere alcun abbonamento, gli utenti Free.

A rivelarlo ci ha pensato The Verge, secondo il quale Spotify sarebbe già in trattativa con le principali etichette discografiche - quella con Warner Music è già in corso, poi toccherà a Sony e Universal - per poter ridurre le tasse di licenza e far sì che possano estendere le funzioni di cui sopra ai dispositivi mobili.

Tutto gira intorno ad un particolare fondamentale: Spotify genera profitto oppure no? Ad oggi, scrive The Verge, il 70% delle entrate di Spotify finisce direttamente nelle tasche delle etichette discografiche, il 20% circa viene utilizzato per fare pubblicità ed acquisire nuovi clienti, mentre il restante 10% va all'azienda per coprire tutti i costi, stipendi dei suoi dipendenti compresi.

Le intenzioni dell'azienda sono chiare: provare a ridurre le tasse di licenza, introdurre un sistema di annunci pubblicitari per la versione mobile, facendo diventare accessibile quest'ultima anche agli utenti non paganti. In questo modo aumenterebbe il bacino di utente, che poi è quello che interessa sia a Spotify che alle etichette discografiche, e allo stesso tempo l'azienda potrebbe generare più profitti.

Ovviamente le case discografiche non sembrano essere intenzionate a ridurre le tasse di licenza, ma non è detto che non si riesca a raggiungere un accordo. Per il momento, sfruttate al massimo il periodo di prova offerto dall'azienda e cercate di capire se vi conviene o meno sottoscrivere un abbonamento.

Per tutte le informazioni su Spotify vi rimandiamo alla nostra guida. Non mancheremo di aggiornarvi non appena ci saranno novità sulla trattativa.

Via | The Verge

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: