Hacker Cinesi, rintracciata a Shangai la base militare che attacca l'America

Il New York Times, esso stesso recente vittima degli hacker che la Repubblica Popolare Cinese sta spregiudicatamente scatenando contro gli USA, ha pubblicato un lungo editoriale sulla cosiddetta Comment Crew (in italiano “Gang dei commenti”).

Sembra che questo gruppo di hacker cinesi sia direttamente sotto al controllo dei militari oppure un team di contractor. Per quanto non siano responsabili dell’attacco contro il NYT, sono gli agenti più significativi dell’esercito di cyberwarfare del regime, e la loro attenzione è tutta rivolta agli Stati Uniti. Anni fa rubavano solo segreti industriali, ma oggi si stanno preparando a studiare le infrastrutture ed i servizi per colpire il nemico violentemente in caso di conflitto. La minaccia non è meno reale della guerra fredda.

Stazionati da qualche parte in un anonimo edificio in periferia di Shangai, la Comment Crew è molto vicina al quartier generale dell’Unità 61398 dell’Armata di Liberazione Popolare, l’esercito cinese. Secondo gli studi di Mandiant, un contractor per la sicurezza informatica americano, è evidente che un volume enorme di attacchi provengono da questo quartiere, un’area un po’ ristretta (e, diciamocelo, un po’ assurda) per albergare degli enormi server - che sicuramente ci sono.

Chiaramente l’ambasciata cinese continua a negare, negare anche l’evidenza delle prove che puntano tutte a quell’edificio, compresi malware con evidenti firme, modus operandi ripetuti da più individui e persino osservazioni dei movimenti degli hacker condotte “sul campo”, presso terminali infettati di aziende, giornali e persino enti statali.

Se aggiungiamo il video qui sopra, che riprende letteralmente gli hacker colti sul fatto, e che la Cina copre le attività dell’Unità 61398 con il segreto di stato, c’è ben poco che si possa efficacemente insabbiare.

I prossimi mesi saranno cruciali per la pace globale: i rapporti con la Cina degenereranno se queste attività non saranno interrotte. Obama l’ha fatto capire chiaramente dai suoi discorsi e dalle sue azioni più recenti.

Via | New Your Times

  • shares
  • Mail