Google celebra Niccolò Copernico e la teoria eliocentrica con un Doodle

Dopo la sfortunata coincidenza di pochi giorni fa, Google torna a occuparsi di spazio e astronomia, ma stavolta va sul sicuro e dedica un Doodle animato al celebre astronomo polacco Niccolò Copernico e alla teoria eliocentrica, già ipotizzata dai greci, a cui ha dedicato parte della sua vita e che è stato in grado di affermare, non senza difficoltà o imprecisioni.

Il Doodle di oggi riprende proprio la rappresentazione dell'universo eliocentrico pubblicato nel 1543, anno della morte di Copernico, nel De revolutionibus orbium coelestium (Delle rivoluzioni dei corpi celesti) con il sole che coincide con la seconda "o" di Google e si trova al centro dell'universo e i vari pianeti, sette in questo caso, che gli orbitano intorno.

L'occasione di animare le idee del celebre astronomo arriva in occasione dell'anniversario della sua nascita, ben 540 anni fa a Toruń, a circa 210 chilometri da Varsavia. Alla sua passione per l'astronomia, fondamentale per l'affermazione della teoria eliocentrica, ha contribuito anche il nostro Paese. Lo studioso, dopo aver frequentato l'Università di Cracovia, arrivò in Italia e vi restò per quattro lunghi anni.

Un importante periodo in cui, secondo la sua biografia, studiò diritto presso l'Università di Bologna e fu preso sotto l'ala protettiva dell'astronomo Domenico Maria Novara, che gli permise di fare la sue prime osservazioni astronomiche.

Completò poi i suoi studi a Pavoda e Ferrara, dove entrò in contatto con altre figure fondamentali della sua carriera. Morì il 24 maggio 1543 a Frombork appena in tempo per veder pubblicata la sua opera più celebre, il De revolutionibus orbium coelestium.

  • shares
  • Mail