Amazon crea una valuta virtuale, le Amazon Coins

Amazon segue l’esempio dei Facebook Credits e decide di battere moneta, creando la valuta virtuale Amazon Coins.

La moneta verrà introdotta in maggio, e sarà subito promossa con la donazione di decine di milioni di dollari sotto forma di Amazon Coins. L'idea è di convincere meglio la gente a familiarizzare con il concetto. Saranno usate nell’app store di Amazon, che come forse saprete fa concorrenza a quello di Google (i Kindle Fire sfruttano una versione pesantemente modificata di Android, ma anche altri apparecchi con il sistema operativo “regolare” possono accedere allo store).

Gli sviluppatori non dovranno fare nulla per accedere a questa nuova economia virtuale, salvo “sopportare” la percentuale direttamente girata alle casse della corporation. Per ogni acquisto, infatti, il 30% andrà ad Amazon, che conta di ottenere una fortuna in microtransazioni ed in beni virtuali, come contenuti aggiuntivi o gadget per giochi ed app.

La mossa di Amazon potrebbe davvero essere geniale. Non esiste una valuta virtuale sul sistema operativo di Google, anzi, per dire il vero credo che si tratti della prima in assoluta nel mondo mobile, dove potrebbe essere molto più facile e redditizio applicare il concetto inventato da Facebook con i suoi Facebook Credits.

Secondo Forbes potrebbe anche essere un meccanismo “educational”, per consentire ai genitori di controllare in modo più efficace gli acquisti dei propri bambini tramite la feature FreeTime. Finora ai giovanissimi utenti non era concesso fare acquisti, ma d’ora in poi mamma e papà potranno passare una paghetta da gestire ai propri pargoli dotati di tablet.

Le Amazon Coin, inoltre saranno un incentivo per lo sviluppo delle app, perché consentiranno agli sviluppatori di vendere all’interno delle app stesse.

Sarà necessario un po’ di tempo per capire quale impatto potrebbe avere sul mondo delle device portatili: seguiremo la faccenda con interesse.

Via | Forbes

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: