Facebook controlla gli spostamenti con una nuova app (ma i primi rumor sono inquietanti)

Facebook app

Mark Zuckerberg non ha alcuna intenzione di fermarsi: Facebook deve continuare ad essere il social network più seguito al mondo e, per mantenere il primato, le novità non possono mancare. Ecco perché dopo aver lanciato una deludente Facebook Card e stretto degli accordi per giochi destinati agli hardcore gamer, il team si sta impegnando per mettere a punto un’app mobile che dovrebbe essere rilasciata entro la metà del mese di marzo. Ma vediamo assieme i dettagli.L’applicazione sarà in grado di tracciare gli spostamenti dell’utenza, registrandone continuamente la posizione; stando ai primi rumor, però, non si tratterà di “pedinamento” virtuale, bensì di sfruttamento della posizione per fornire al possessore di qualsiasi dispositivo (Android, iOS e chi più ne ha più ne metta) servizi efficienti e, ovviamente, non sempre gratuiti (d’altra parte, l’apertura ai giochi per hardcore gamer è nata soprattutto per accaparrarsi il 30% degli incassi totali delle software house).

Sorprendente, a dir poco, sarebbe la promessa di monitorare gli spostamenti dell’utente, anche quando non si è connessi al social network: qualcosa di davvero invasivo e inquetante, almeno a una prima analisi; siamo convinti, però, che Zuckerberg abbia pensato anche a questo incoveniente.

Anche perché l'app non è poco convincente: il social newtork fornirà degli input utili, in base alla posizione registrata (per esempio, quali amici sono nei paraggi; quali eventi si terranno e molti consigli che rappresentano senz’altro un valore aggiunto), e l'esperienza di ognuno non potrà che migliorare notevolmente.

L'idea vi convince oppure siete ancora scettici?

  • shares
  • Mail