Wine arriva su Android, applicazioni native di Windows su tablet e smartphone

Wine è un software che consente di far girare applicativi Windows su un sistema operativo differente della genia basata su Unix, come ad esempio Linux. Siccome anche Android è della stessa famiglia, non è di certo impossibile fare un port di Wine anche sull'OS mobile di Google - ed infatti un tale software sta venendo creato.

Certo, non si può dire che il risultato sia un fulmine, anzi. Le applicazioni che sono state presentate al FOSDEM, il meeting internazionale degli sviluppatori open source europei, si muovevano con tutta la frenesia di una lumaca di mare. Ma il programma era una realtà tangibile e non esiste nulla di simile sul mercato.

La presenza di Wine significa che su qualsiasi tablet o smartphone Android con chipset ARM sarà possibile far girare le app di Windows, una rivoluzione piuttosto sensazionale. Il porting sta venendo sviluppato da Alexandre Julliard di CodeWeavers, che si occupa di questo emulatore sin dal lontano 1994.

Secondo gli appunti presi alla conferenza, la ragione principale della lentezza dei programmi fatti girare su Wine era diretta conseguenza della piattaforma usata: Wine non stava girando su un tablet Android, bensì su un Android emulato sul MacBook usato da Julliard per il suo lavoro di sviluppo. Se state pensando che un emulatore Windows che gira su un Android emulato su OS X sia degno del film Inception, allora non siete i soli.

Ci vorrà ancora un lungo lavorio per ottenere un prodotto degno di essere distribuito presso il grande pubblico, ma il fatto che esista già una versione alfa funzionante è un traguardo rimarchevole per un software con queste capacità eccezionali, che alcuni utenti vorrebbero possedere da anni ed anni.

Via | Phoronix

  • shares
  • Mail