Twitter acquista Crashlytics


Prima l'annuncio ufficiale pubblicato all'interno del sito ufficiale della startup, poi il tweet di benvenuto da parte di Jack Dorsey, sanciscono la nuova cooperazione tra Twitter e gli sviluppatori di Crashlytics, che si uniscono in un unica squadra. Quest'ultimo offre un servizio rivolto specificatamente agli sviluppatori di applicazioni,  strumento utile soprattutto in fase di sviluppo, in quanto non essendo possibile eseguire test sulla totalità dei formati, di dispositivi e su tutti i sistemi operativi che il mercato offre, Crashlytics permette di eseguire un debug universale in maniera semplificata.

Uno dei punti di forza principali di questo servizio è data dalla possibilità di identificare il punto esatto all'interno del codice che determina il crash del software, facilitando sensibilmente le operazioni di correzione da parte degli sviluppatori.

Servendosi di Crashlytics i developer hanno la possibilità di usufruire di un valido strumento per testare le prestazioni delle applicazioni realizzate, e comprendere in maniera efficace le performance del codice generato, dando la possibilità di effettuare correzioni nel momento in cui il codice causa il crash o malfunzionamenti. Allo stato attuale non conosciamo con certezza il motivo che ha spinto Twitter ad acquistare Crashlytics, essendo il primo un social network ed il secondo un servizio proposto agli sviluppatori.

L'azienda aveva già in atto collaborazioni con la stessa Twitter, Waze, Groupon, Expedia,Paypal,Vine e molti altri.  La locazione del quartier generale della sturtup rimarrà inalterata, inoltre la stessa continuerà a portare avanti i propri progetti  come fatto fino al giorno d'oggi, insomma dal punto di vista prettamente operativo tutto rimarrà inalterato.

Via businessinsider.com

  • shares
  • Mail