Google+ allunga la falcata e sorpassa Twitter


L'ecosistema dei social network è un ambiente in continua evoluzione, e se fino a questo momento Facebook ha letteralmente dominato il settore, nel prossimo futuro la creatura di Mark Zuckerberg dovrà essere abile ad applicare una continua politica di rinnovamento in modo tale da poter difendere la propria leadership dalle concorrenti sempre più affiatate.

Un portale che potrebbe creare non poche preoccupazioni al leader attuale è sicuramente Google+, il quale sta registrando un tasso di crescita in termini di utenza davvero rilevante. Come dimostrato da un'analisi pubblicata la settimana scorsa da GlobalWebIndex, la piattaforma della Google ha recentemente sorpassato Twitter in termini di iscrizioni attive.

I numeri di oggi parlano chiaro, il social network di Mountain View dispone di 343 milioni di utenti contro i 288 milioni di Twitter, mentre al primo posto troviamo stabile Facebook con ben 693 milioni di adesioni. Attualmente il distacco di Google+ dalla cima della classifica è ancora rilevante e per certi versi incolmabile. Se consideriamo però l'intero universo delle piattaforme social, l'istituto di ricerca attribuisce a Youtube il 21% dell'intera popolazione iscritta ai portali di questo settore, quota che incrementa notevolmente i numeri ottenuti da Google.

Nel caso in cui il motore di ricerca decidesse in un futuro di forzare i propri utenti ad utilizzare un account Google+ per la visualizzazione o la condivisione di video, la popolazione della piattaforma subirebbe un'impennata decisa. Gli amministratori di Facebook sono a conoscenza della crescita dei propri avversari, ed è proprio per questo motivo che maniera costante rilasciano nuovi aggiornamenti, volti ad aumentare sia l'efficienza dei servizi offerti che l'empatia dei propri utenti nei confronti del portale, come dimostra ad esempio il recente rilascio della Graph Search.

Come detto più volte questo  è un ambiente che considerare statico sarebbe un gravissimo errore, la storia lo dimostra con un chiaro esempio come quello di  MySpace che in poco tempo si è trasformato da leader assoluto ad ultimo della classe.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: