Bruno Arena, su Facebook è giallo: la furia del manager contro i profili falsi

Bruno Arena facebook

Al peggio – si sa – non c’è limite, purtroppo anche quando nei guai c’è Bruno Arena dei Fichi d’India, che finora ci ha regalato soltanto grosse grasse risate. È recente la notizia secondo la quale il comico ha avuto un malore durante le registrazioni di Zelig ed è stato subito portato in ospedale, dove, una volta diagnosticatagli una emorragia cerebrale, i parenti gli si sono raccolti attorno, chiedendo a tutti i fan di pregare e continuare a sperare; la prognosi è ancora riservata, anche se su Facebook le notizie (false) che continuano a circolare facevano pensare diversamente. Vediamo perché.Le informazioni su Bruno Arena sono disponibili sul social network soltanto attraverso il profilo ufficiale dei Fichi d’India e il suo account personale, oltre che con il profilo dell'altro comico del duo, Massimiliano Cavallari; ebbene, qualcuno si è divertito a creare account falsi a nome di quest'ultimo, per diffondere notizie tendenziose e assolutamente non veritiere, a tal punto che è dovuto intervenire il manager Massimo Zoli per smentire tutto:

In questi giorni su Facebook alcuni profili falsi a nome Massimiliano Cavallari riportavano false notizie sullo stato di salute di Bruno Arena, ancora ricoverato in terapia intensiva all'Ospedale San Raffaele di Milano. Questo sta generando confusione e non pochi problemi. Bruno è stazionario ma non si può purtroppo definire fuori pericolo – ha affermato il manager –. La famiglia Arena ringrazia tutte le persone vicine in questo momento invitando a non smettere di pregare e precisa che le uniche comunicazioni ufficiali saranno diffuse dall'ufficio stampa di Ridens. Nel frattempo verranno avviate le procedure per far chiudere i profili non ufficiali. In conclusione mi auguro che coloro che speculano sulle disgrazie altrui si rendano conto del dolore che questi atti possono creare e cessino immediatamente”.

Se siete fan di Bruno, insomma, ora sapete dove trovare le informazioni giuste.

  • shares
  • Mail