Apple trimestre da record, ma delude Wall Street


Era da un po' di tempo che non si avevano notizie ufficiali sulle prestazioni di mercato della Apple, dopo aver letto indiscrezioni più o meno attendibili sulla riduzione di ordinativi dei display integrati negli iPhone 5, che presagivano un sensibile calo della domanda di mercato, nella notte l'azienda californiana ha diffuso ufficialmente i dati relativi all'ultimo trimestre operativo del 2012.

Dopo le numerose voci di corridoio che sembravano anticipare un calo delle prestazioni di Apple, la nota della casa californiana ha finalmente fornito informazioni in merito. Il periodo Ottobre-Dicembre, ha sancito un nuovo record per il colosso americano, è risultato essere il miglior trimestre fiscale della storia aziendale. Il fatturato maturato nell'intervallo di tempo considerato, è stato quantificato in 54,5 milioni di dollari per un utile pari a 13,1 miliardi di dollari. Facendo un discorso in termini di percentuali, la casa di Tim Cook ha ottenuto una crescita del 18% rispetto allo stesso periodo del 2011 e del 52% rispetto al trimestre precedente.

Nonostante Apple abbia battuto uno dei tanti record della propria storia, sembra che tali risultati non siano stati di gradimento nei pressi di Wall Street. Il titolo nelle contrattazioni after hour ha perso il 10%, posizionandosi a quota 460 dollari. Si sta diffondendo dunque l'idea che per Apple non sia più sufficiente semplicemente fare bene, il requisito necessario per un successo a 360 gradi è quello di stupire il mercato.

Ecco le parole dell'amministratore delegato Tim Cook: ""Siamo soddisfatti dei ricavi record oltre i 54 miliardi di dollari[...].  "Abbiamo fiducia nei nostri prodotti e continuiamo a concentrarci nell'innovazione e nel produrre i migliori prodotti al mondo".

Via repubblica.it

  • shares
  • Mail