Google studia un sistema di autenticazione fisico


Gli ingegneri della Google stanno valutando diversi progetti che possano migliorare i meccanismi di login che conosciamo, sistemi che troppo spesso vengono perforati da hacker e malintenzionati della rete, che in questo modo causano non pochi danni agli utenti colpiti. Proprio per questo motivo il colosso di Mountain View sta in questi giorni sperimentando un'alternativa concettualmente differente rispetto ai sistemi di autenticazione che utilizziamo tutti giorni.

Si tratta del progetto realizzato da una piccola società la Yubico la quale ha realizzato uno strumento di autenticazione fisico, sostanzialmente una piccola schedina USB chiamata Youbikey, che una volta collegata al proprio computer darebbe accesso a tutti i servizi erogati dalla stessa Google.

Una soluzione di questo tipo darebbe la possibilità agli utilizzatori di non dover scegliere delle password troppo semplici, o addirittura di impostare la stessa chiave di accesso per più siti, strategie che rappresentano in realtà delle agevolazioni per tutti quei malfattori che cercano di perforare la barriere di sicurezza.

Questo tipo di tecnologia dovrebbe di per sé diminuire sensibilmente i pericoli, a patto però che la propria schedina non venga smarrita, ed è proprio per evitare questo inconveniente che il colosso di Mountain View sta studiando un algoritmo che possa portare all'autenticazione solo del legittimo proprietario della scheda.

Per adesso si tratta di una soluzione ancora allo stato embrionale, anche perchè come dichiarato da Eric Gross, vice presidente security di Google: "Altri hanno provato simili approcci ottenendo poco successo nel mondo consumer". Anche l'iniziativa della Google potrebbe rivelarsi un inutile tentativo, se non verrà supportato dal consenso su larga scala di altri siti internet.

VIA www.pctuner.net

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: