Mega, la prova di Downloadblog.it

Ecco il nuovo Mega

A pochi giorni dalla sua apertura al pubblico - e ora che le acque si sono un po' calmate e i disservizi delle prime ore dovrebbero essere solo un brutto ricordo - torniamo a parlarvi di Mega, la nuova creatura di Kim Dotcom, risorta dalle ceneri del defunto Megaupload. E lo facciamo con una prova intensiva del servizio e una guida passo-passo che vi illustrerà come tutte le funzioni principali di Mega.

L'indirizzo ormai lo conoscete tutti: mega.co.nz. Non vi resta che visitarlo e, fin dalla prima schermata, potrete già iniziare a caricare file pur non avendo effettuato la registrazione. E' sufficiente accettare i termini di servizio - consultabili a questo indirizzo ed entrare ufficialmente nel mondo di Mega.

Per una migliore esperienza di utilizzo si consiglia di accedere a Mega usando Google Chrome, come spiegato da un pop-up che vi indirizza direttamente al download del browser di Google:

Attenzione: stai utilizzando un browser obsoleto, che influenza negativamente le prestazioni del trasferimento dei tuoi file. Per favore accedi con Google Chrome. Mentre altri produttori di browser stanno ancora lavorando per comprendere al massimo le funzionalità di HTML5, Google Chrome lo ha già fatto. Per godere di una piena potenza di MEGA (come ad esempio batch up e downloading automatizzati), consigliamo vivamente di abbandonare il tuo attuale browser e passare a Chrome il più presto possibile.

LA REGISTRAZIONE

Ecco il nuovo Mega

Come vi abbiamo anticipato nei giorni scorsi, il processo di registrazione è estremamente rapido. Dovrete inserire soltanto un nome, un indirizzo email e impostare una password. Fatto questo vi basterà accettare i termini di servizio di Mega e cliccare su Registrati. La successiva schermata vi confermerà l'avvenuta iscrizione: "Grandioso. Per favore controlla la tua e-mail e clicca il link per confermare il tuo account".

Cliccando il link verrete reindirizzati a Mega e dovrete di nuovo inserire la password che avete impostato. A questo punto siete ad un passo dall'accedere al servizio: dovrete soltanto attendere i pochi secondi necessari al completamento del processo di crittografia delle vostre informazioni - basato anche sui movimenti del mouse e i tempi di battitura, qui trovate tutte le informazioni al riguardo - e vi ritroverete subito di fronte al file manager, il cuore di Mega.


IL FILE MANAGER

E' la schermata principale di Mega, divisa in quattro diverse sezioni: Cloud Drive, Cestino, Inbox e Contatti.

Cloud Drive rappresenta il vero e proprio fulcro del servizio. Da qui potrete caricare singoli file o intere cartelle - tramite gli apposito pulsanti situati in alto - e gestire il materiale già presente nel vostro account: spostare file da una cartella all'altra, crearne delle copie, rinominarli, scaricarli sul vostro dispositivo e creare un link per il download degli stessi, ovviamente tenendo ben in mente i problemi di copyright che tanti danni hanno causato al suo predecessore.

Quando si decide di creare un link per il download del file, un avviso compare nella schermata:

Avviso di Copyright: MEGA rispetta i diritti di copyright di terzi e richiede agli utenti del servizio di essere conformi alle leggi del diritto d'autore. È assolutamente vietato l'uso del servizio cloud di MEGA per violare i diritti d'autore. L'utente non può caricare, scaricare, memorizzare, condividere, visualizzare, distribuire, inviare via e-mail, linkare o trasmettere o altrimenti rendere disponibile qualsiasi file, dati o contenuti che violano i diritti d'autore o altri diritti di proprietà di qualsiasi persona o entità.

La responsabilità, in definitiva, non è di Mega, ma dell'utente che decidere di utilizzare il servizio per scopi tutt'altro che legali.

Cestino è il luogo in cui finiscono di default tutti i file e le cartelle cancellate. Sarà necessario intervenire manualmente per eliminare definitivamente il materiale dal proprio account.

Inbox, al pari di una vera e propria casella di posta elettronica, è dove finiranno - non appena l'opzione verrà attivata - tutti i messaggi che scambierete coi vostri Contatti, che potrete gestire - aggiungere o eliminare - dalla sezione che trovate appena sotto.


IL TRASFERIMENTO DEI FILE

Ecco il nuovo Mega

Vi abbiamo già spiegato dove dovete recarvi per caricare, non ci resta che illustrare brevemente la finestra dedicata ai trasferimenti in corso, che è la parte in basso della schermata. Da lì potrete controllare lo stato dei download e degli upload con tutte le informazioni del caso: nome file, dimensione, tipo di trasferimento, stato del trasferimento, velocità, tempo trascorso e tempo rimanente. Una volta concluso il trasferimento, la voce relativa verrà eliminata dall'elenco.

Come potete vedere dallo screenshot qui sopra, potete decidere di condividere più di un file alla volta, che verrà messo in coda al precedente e verrà trasferito una volta completato l'altro, fino all'esaurimento della coda.


L'ABBONAMENTO PRO

Se i 50 GB di spazio gratuito messo a disposizione da Mega non fosse sufficiente per i vostri scopi, avrete ovviamente la possibilità di espandere quello spazio sottoscrivendo uno dei tre abbonamenti professional disponibili fino ad un massimo di 4TB.

Ecco il nuovo Mega

Come illustrato nello screenshot qui sopra, il pacchetto più economico è il PRO I: 500 GB di spazio e 1 TB di banda al costo di 9,99 euro al mese (99,99 euro, con uno sconto del 17%, se si sceglie l'abbonamento annuale). Subito dopo troviamo il pacchetto PRO II, che offre 2 TB di spazio e 4 TB di banda al costo mensile di 19,99 euro (199,99 euro per l'opzione annuale), mentre il pacchetto PRO III offre il doppio rispetto alla seconda opzione, esattamente al doppio del prezzo: 4 TB di spazio e 8 TB di banda per 29,99 euro al mese (299,99 euro all'anno).


IL MIO ACCOUNT

Ecco il nuovo Mega

Questa è la sezione che vi permetterà di gestire e personalizzare il vostro account, dalla tipologia dell'account - gratuito o a pagamento - al tipo di abbonamento e alla modalità di pagamento e rinnovo. Spazio, è evidente, vi fornirà informazioni in tempo reale sullo spazio occupato dai vostri file. Fino a quando non raggiungerete i 50 GB potrete dormire sonni tranquilli e continuare a caricare.

L'altra interessante sezione è quella relativa alle impostazioni di trasferimento:

Ecco il nuovo Mega

Da qui potete stabilire il numero delle connessioni parallele in upload e download, impostare un limite per la velocità di upload, decidere se saltare l'upload di file identici a quelli già presenti nel vostro spazio e se utilizzare il protocollo sicuro HTTPS per il trasferimento dei file (aumentando la sicurezza e penalizzato un po' le prestazioni).

La sezione Cronologia Sessioni vi fornisce una panoramica completa sui dispositivi che hanno effettuato l'accesso al vostro account, con tanto di indirizzo IP, Paese e orario di accesso. Questo vale per le ultime 250 sessioni.


SICUREZZA

Per tutte le informazioni sulla sicurezza dei vostri file e delle vostre informazioni vi invitiamo a leggere la dettagliatissima sezione dell'assistenza di Mega, che vi spiegherà come funziona la crittografia e quali file sono soggetti a tale procedura. Vi riportiamo un paio di punti salienti:

La crittografia è end-to-end. I dati caricati vengono crittografati sul dispositivo di caricamento prima di essere inviato a Internet, e dati scaricati vengono decifrati solo dopo che è arrivato sul dispositivo download. Le macchine client sono responsabili della generazione, scambio e gestione delle key di crittografia. Non ci sono key di crittografia utilizzabili lasciate nei computer client (ad eccezione delle key pubbliche RSA). […] Solo i dati dei file e i file/nomi delle cartelle sono crittografati. Le informazioni di cui abbiamo bisogno, come il tuo indirizzo e-mail, l'indirizzo IP, struttura delle cartelle, proprietà dei file e le credenziali di pagamento, vengono memorizzati ed elaborati senza crittografia. Ti preghiamo quindi di consultare la nostra politica sulla privacy per i dettagli.

ALTRE CURIOSITA'

Quello che abbiamo visto finora e il MEGA così come si presenta allo stato attuale, in una versione beta che ha appena pochi giorni di vita. Sono ancora molte le lacune - l'assenza di applicazioni per dispositivi in primis - ma Kim DotCom ha promesso che verrà ampliata quanto prima l'offerta dei servizi proposti da Mega:

Il cloud di MEGA è solo l'inizio. In futuro, MEGA fornirà nel tuo browser una vasta gamma di applicazioni senza la necessità di installare nulla. La nostra tecnologia protegge le e-mail, chiamate, chat e flussi video.

Quanto all'esistenza di una Application programming interface (API), ecco cosa si legge nelle FAQ di MEGA:

Offrite una API? Sì. Il codice Javascript open-source che implementa l'interfaccia basata su browser MEGA utilizza il nostro API, in modo da avere una codice semplice ed intuitivo a cui attingere se trovate la nostra Documentazione insufficiente. Dal momento che non abbiamo le risorse per costruire tutte le applicazioni cool che trasformano MEGA in uno strumento versatile e utile, noi stessi, vi invitiamo ad aiutarci. Dopo la revisione del codice della vostra applicazione, la presenteremo sul nostro sito. Siamo lieti di discutere sui modelli di compartecipazione alle entrate per le applicazioni molto popolari.

La documentazione di cui si parla nella risposta è disponibile - per soltanto in lingua inglese - a questo indirizzo.


CONCLUSIONI


Dopo un paio di giorni di utilizzo più o meno intensivo del servizio, il mio giudizio è tutto sommato positivo, soprattutto considerato che si tratta ancora di una versione beta e che è stato letteralmente preso d'assalto dagli utenti da una parte all'altra del Mondo. I disservizi ci sono ancora e non sono così sporadici: ogni tanto il trasferimento dei file si blocca, altre volte è così lento da non far invidia nemmeno alle vecchie connessioni dial-up con cui più o meno tutti abbiamo ci siamo trovati a che fare negli anni passati.

Mega, come più volte sottolineato dal suo creatore e come ribadito in ogni, è "provider di cloud storage che offre gratuitamente, o a pagamento, uno spazio online personale". Questo lo mette in diretto confronto con la concorrenza, da Dropbox a SkyDrive, passando per Google Drive, e almeno in questa prima versione il paragone non c'è paragone con i servizi appena citati. Al di là dell'ottimo sistema di crittografia e dei 50GB di spazio gratuito, Mega deve ancora maturare parecchio.

La basi ci sono tutte e forse basterà attendere ancora qualche giorno - quando le acque si saranno definitivamente calmate - per poter avere un'opinione più positiva almeno sul trasferimento dei file, che dovrebbe essere fluido e rapido come promesso a più riprese dallo stesso DotCom.

Voi, intanto, avete già effettuato la registrazione? Avete già provato questo tanto atteso Mega? Che ve ne pare?

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: