Il nuovo MySpace accusato di usare musica senza permesso

Il nuovo MySpace

Incidente di percorso per il nuovo MySpace: dopo aver raccolto critiche positive per il suo design, la piattaforma che ha lanciato anche il nuovo singolo di Justin Timberlake intitolato "Suit & Tie" è stata accusata di usare musica senza permesso. La libreria di oltre 50 milioni di canzoni conterrebbe dunque anche brani per i quali la nuova proprietà non avrebbe ancora ottenuto i diritti d'utilizzo.

L'accusa arriva dal gruppo Merlin, incaricato da una serie di etichette minori sparse per il mondo di negoziare i diritti per i brani dei loro artisti. In un'intervista, il boss di Merlin Charles Caldas ha rivelato che l'accordo con MySpace in realtà è esistito, ma è scaduto oltre un anno fa. MySpace avrebbe però continuato a usare le canzoni di oltre 100 etichette discografiche, tra le quali Beggars Group, Domino e Merge, tra le più grandi nel panorama indipendente.

Secondo Neda Azarfar, portavoce di Myspace, l'azienda avrebbe deciso spontaneamente di non rinnovare il contratto con Merlin: se tali canzoni realmente si trovano sulla piattaforma, la causa sarebbe da ricercare nell'upload da parte degli utenti. Viene promessa la loro rimozione in caso di richiesta da parte delle etichette.

Una dichiarazione che sa un po' di scaricabarile, non gradita da Merlin, che se la prende con Timberlake in persona:

"È bello vedere che Mr. Timberlake lanci il servizio sulla piattaforma, promuovendola anche, mentre dall'altro lato i suoi colleghi artisti sono sfruttati senza permesso e senza ottenere una remunerazione."

I lavori per il nuovo MySpace sono andati avanti per circa un anno e mezzo, dopo l'acquisto della piattaforma da parte di Specific Media per 35 milioni di dollari: tra gli investitori per l'appunto anche Justin Timberlake, cantante/attore/imprenditore che ha deciso di dare il suo contributo per risollevare le sorti del social network nato nel 2003.

Via | Nytimes.com

  • shares
  • Mail