Instagram, da oggi in vigore i nuovi Termini del Servizio

Logo di InstagramArchiviato definitivamente il passo falso del dicembre scorso, Instagram mantiene fede alla parola data ai suoi utenti e aggiorna i tanto discussi termini del servizio, ovviamente privati di tutti i riferimenti alla vendita della licenza all'uso delle foto degli utenti che avevano provocato un abbandono di massa (smentito ieri dall'azienda) del social network fotografico recentemente acquisito da Facebook.

I nuovi ToS di Instagram, come conferma un post sul blog ufficiale dell'azienda, sono entrati in vigore oggi e tutti gli utenti sono stati avvisati in anticipo con una mail che ricorda il cambiamento e sottolinea ancora una volta come "questi aggiornamenti non cambiano il fatto che tu sei proprietario delle foto che posti su Instagram e che il nostro controllo della privacy funziona esattamente come prima".

Instagram, nell'invitare tutti gli utenti a leggere nel dettaglio l'ultimo aggiornamento, evidenzia tre elementi chiave, quelli che servono a rassicurare gli utenti e convincerli a restare:


  • Nulla è cambiato circa la proprietà della tue foto o su chi possa vederle;

  • Le nuove norme sulla privacy aiutano Instagram a funzionare più facilmente come parte di Facebook, permettendo una più semplice condivisione fra i due gruppi. Questo significa che possiamo fare cose come prevenire lo spam più efficacemente, o verificare problemi o eventuali instabilità nel sistema, prevenendoli più rapidamente. Inoltre facilita l’implementazione di nuovi contenuti e caratteristiche aggiuntive;

  • Le nuove condizioni del servizio aiutano a proteggere gli utenti e prevenire lo spam man mano che cresciamo.

A questo indirizzo potete consultare nella loro interezza i nuovi Termini di Utilizzo di Instagram, mentre qui trovate le nuove politiche della privacy, entrambi in vigore da oggi. E voi, dopo le discussioni delle ultime settimane, continuate ad utilizzare Instagram o siete tra quelli che ci hanno messo una pietra sopra e sono passati alla concorrenza?

  • shares
  • Mail