Google e Union Camere insieme per 20 borse di studio in Italia, l'obiettivo sono i social media

Google Unioncamere

Se non esistesse, bisognerebbe inventarlo: Google regalerà grosse soddisfazioni qui in Italia dopo i suoi accordi con Unioncamere (parola macedonia che sta per Unione italiana delle camere di commercio); grazie ai nuovi patti – soltanto alcuni di quelli che l’azienda ha promesso per il 2013 – sarà possibile digitalizzare ben venti distretti industriali presenti in tutta la penisola. Scopriamo assieme tutti i dettagli. Con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, l'azienda intende sfruttare al massimo i maggiori poli produttivi del made in Italy, non senza contraccambiare: dopo l’accordo, sono state rese disponibili borse di studio della durate di ben sei mesi da destinare a laureandi o neolaureati che verranno preparati nell’ambito dell’economia digitale; l’obiettivo dell’azienda, ovviamente, è quello di far sì che grandi imprese possano presentarsi bene sul web (e sfruttare, di conseguenza, tutti i servizi che i motori di ricerca offrono).

Le borse di studio da 6mila euro ciascuna (per un totale di venti) saranno attribuite sulla base di criteri di merito, dietro proposta di Unioncamere, che fungerà proprio da intermediario fra i giovani e i distretti selezionati.

Il bando è già disponibile e mette in evidenza che il candidato dovrà dimostrare notevoli competenze in ambito economico (con particolare riguardo al marketing e alla gestione), digitale e social media.

  • shares
  • Mail