Arrivano le prime lettere per chi ha scaricato illegalmente!

Ricorderete sicuramente il post di qualche tempo fa in cui si parlava della sentenza del tribunale di Roma che obbligava Telecom a comunicare i dati di 4000 clienti (accusati di utilizzare sistemi p2p) ad una casa discografica tedesca.

Bene, la casa discografica non scherzava: cominciano ad arrivare le prime lettere che chiedono un risarcimento di 330 euro:

Lei versa a titolo di parziale risarcrimento per danni, spese legali e spese tecniche sostenute per la sua individuazione (badi bene che il danno reale è enormemente piu elevato a causa dell'effetto REAZIONE A CATENA: infatti mettendo a disposizione la musica dalla peppermint,utenti di tutto il mondo hanno potuto scaricarla dal suo pc)

Trovate a questo indirizzo il post di uno sfortunato utente, che a quanto pare utilizzava emule. Ha solo 14 giorni per pagare o affrontare una causa legale.

Qualcuno di voi ha ricevuto la fantomatica raccomandata o conosce altri link a storie del genere? Postateli nei commenti...

[Via Just Frank attraverso OKNOtizie]

  • shares
  • Mail
40 commenti Aggiorna
Ordina: