Google Apps focalizza l'attenzione sulle piccole imprese, non è più gratis

Fino ad oggi le Google Apps erano gratuite per le imprese che avevano meno di 10 utenti. In questi giorni Google ha dichiarato di aver dismesso tale offerta, creata apposta per invogliare gli “small business” ad usare i suoi software da ufficio sul cloud al posto dei molto più costosi prodotti Microsoft.

Questa mossa ha due significati, il primo è che il numero di piccole imprese servite ha raggiunto una soglia critica, il secondo è che Google non si dedicherà solo a “mungerli”, ma intende anche prestare assistenza ed essere più responsabile dei propri servizi cloud nei confronti dei clienti di dimensioni modeste.

Fino alla fine del 2010, solo le imprese con più di 50 iscritti dovevano pagare, mentre l’anno scorso le Google App sono diventate a pagamento per chi ha più di 10 utenti. Per questi ultimi il prezzo è di $50 ad utente per anno.

Con le Google App si ha accesso ad una batteria di software da ufficio piuttosto completa, compreso il servizio di storage online Google Drive e Google Documenti (che per gli utenti privati restano gratuiti). A questo viene aggiunta anche una versione customizzata di Gmail con indirizzi su un server mail/dominio acquisito a parte.

Nel gergo questo modello commerciale è definito SaaS, o Software as a Service, perché l’intera infrastruttura su cui le Google Apps girano è mantenuta e gestita da Google. Contrariamente a molti servizi cloud, non si paga a consumo ma con un canone forfettario - Uno piuttosto modesto, se si confronta il costo estremamente rilevante per le licenze di software tradizionali come Microsoft Office.

Google ha generato un miliardo di dollari negli ultimi 12 mesi dalle Google Apps. Siccome la stragrande maggioranza degli utenti proviene da piccole imprese, è lecito aspettarsi un aumento non indifferente degli introiti per il 2013. In ogni caso, il cambiamento non sarà forzato su chi sta già usando le Google Apps gratuitamente.

Via | Wall Street Journal

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: