Google introduce le Community in Google+, la risposta ai Gruppi di Facebook

Google ha deciso di seguire l'esempio di Facebook e ha appena introdotto in Google+ una funzione di cui molti utenti avevano lamentato l'assenza: i gruppi. Forte degli oltre 135 milioni di utenti attivi - gli iscritti sono più di 500 milioni - Google ha ufficialmente presentato le Community, definite "luoghi in cui le persone si riuniscono intorno a interessi comuni e fanno nuovi incontri". Proprio come i gruppi di Facebook, insomma, con la differenza che in questo caso ci sono gli hangout a dare quel tocco di interazione in più.

Come illustrato nel video di presentazione, quello che vedete in testa all'articolo, per cominciare a navigare tra le centinaia di community già disponibili è sufficiente selezionare la nuova icona nella barra laterale di Google+. Lì troverete una piccola selezione dei gruppi più attivi, oltre alla possibilità di effettuare una ricerca e scovare qualcosa di meno mainstream e di creare voi stessi una community.

Per entrare a far parte di una community già esistente vi basterà cliccare su Join Community. Potrete scegliere se abilitare o meno le notifiche, avviare videoritrovi e chiedere ai membri della community di partecipare e, prerogativa di Google+, navigare facilmente tra le discussioni presenti grazie al pratico menu posto sotto all'immagine del profilo.

Se invece volete creare una vostra community avete la possibilità di scegliere tra pubblica e privata. Per la prima opzione potete selezionare l'accesso pubblico o l'accesso tramite approvazione di un moderatore, mentre per la seconda opzione avrete modo di creare un gruppo privato a tutti gli effetti - escludendolo dalle ricerche - o se permettere agli utenti di trovarlo e di chiedere l'autorizzazione ad iscriversi.

Questa non è l'unica novità che Google ha riservato ai suoi utenti in vista del Natale: da ieri, dopo l'acquisizione del settembre scorso, l'azienda di Mountain View ha reso disponibile gratuitamente l'applicazione fotografica Snapseed anche per dispositivi Android. Potete scaricarla direttamente da Google Play, mentre gli utenti iOS possono scaricare l'ultimo aggiornamento, che include l'integrazione a Google+, dall'App Store.

Via | Google Blog

  • shares
  • Mail