Anonymous attacca Israele con #OpIsrael

Anonymous attacca Israele con #OpIsraelCome purtroppo saprete, la striscia di Gaza è nuovamente oggetto in queste ore di un conflitto tra Israele e Palestina. Alla guerra "reale" si è aggiunta in queste ore anche quella virtuale: se infatti Israele ha deciso di pubblicare via Twitter le campagne anti-Hamas, dal lato della Palestina si è schierato il gruppo Anonymous con la sua #OpIsrael, i quali obiettivi sono naturalmente tutti i siti web e le piattaforme appartenenti al dominio .co.il, o comunque riconducibili a proprietari israeliani.

Migliaia di indirizzi e password, più centinaia di siti web di ogni tipo, sarebbero già caduti di fronte agli attacchi portati a segno dai membri di Anonymous: siti web che vanno da quelli dei singoli cittadini a quelli governativi, compresa la Banca di Gerusalemme e il Ministero degli Esteri israeliano. Talmente tanti i siti colpiti, che il gruppo di hacker ha messo su una lista online contenente una parte dei soggetti colpiti, per un numero attualmente arrivato a oltre 9.000:


Per chi volesse aggiornamenti su #OpIsrael, il punto di riferimento è ovviamente @YourAnonNews, "finestra" di Anonymous su Twitter che in queste ore sta riportando alcuni messaggi come quelli che potete vedere qui di seguito, schierandosi naturalmente a favore della Palestina:




Sempre su Internet, come dicevamo oltre ai siti sono stati pubblicati anche altri dati di account provenienti da dirotmodiin.co.il, ma anche da comuni servizi di posta elettronica come Gmail, Hotmail e Yahoo.

Via | Thenextweb.com

  • shares
  • Mail