Pirateria: utente di BitTorrent condannato a pagare 1,5 milioni per aver condiviso 10 film

Condanna record in arrivo dagli Stati Uniti per la condivisione di film protetti da copyright via BitTorrent: Kywan Fisher, residente in Virginia, è stato condannato a pagare un totale di 1,5 milioni di dollari alla Flava Works, casa di produzione per adulti, per aver condiviso via BitTorrent dieci film pornografici.

La vicenda legale va avanti dal 2011, quando la Flava Works scoprì che alcuni film da lei prodotti e distribuiti erano finiti sul circuito BitTorrent e arrivavano direttamente dall'account a pagamento che Fisher aveva creato sul sito ufficiale della casa di produzione. L'uomo non si era limitato ad acquistare i film per intrattenimento personale, ma li aveva messi a disposizioni degli altri utenti.

La diffusione dei film, va da sé, è illegale e vietata dal regolamento accettato da Fisher al momento della creazione dell'account. Da lì la citazione in giudizio e la richiesta di risarcimento: 150 mila dollari per ogni titolo condiviso, che porta a 1,5 milioni di dollari il risarcimento totale. Fisher non è riuscito a fornire una difesa credibile e il giudice John Lee non ha potuto far altro che giudicarlo colpevole ed accogliere la richiesta della Flava Works.

La sentenza - ad oggi si tratta della più dura mai emessa in un caso del genere - è stata accolta con successo dalla Flava Works e da tutte le altre case di produzione, cinematografiche e non, che da anni stanno lottando contro la pirateria digitale. E' stato creato un importante precedente e molte di loro sperano di poter ottenere altrettanto nelle cause simili che stanno portando avanti.

Via | TorrentFreak

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: