Skype vittima d’un worm irriverente che infetta i computer da Windows

Logo di SkypeDorkbot – un “fastidioso” worm diffusosi sulla chat di Facebook e i messaggi privati di Twitter – è arrivato a contagiare Skype: il popolare servizio di VoIP. Gli utenti di Windows potrebbero ricevere dei messaggi che recitano «lol is this your new profile pic?» e invitano a scaricare un file in allegato. Quest’ultimo è un trojan che permette d’accedere al sistema operativo da remoto e d’ottenerne il pieno controllo. Non è così difficile che gli Italiani possano fidarsi d’una frase scritta in inglese da un contatto sconosciuto.

Un’opzione di Skype, infatti, permette d’accettare automaticamente i file inviati dai contatti: sebbene il mittente di Dorkbot non sia nella propria lista, l’impostazione potrebbe essere bypassata permettendo addirittura d’inibire l'accesso a Windows agli utenti del computer. Non è necessario custodire chissà quali informazioni riservate, perché questo genere d’attacchi è utilizzato per trasformare le macchine infette in client che aggrediscono siti web di terze parti nei Distributed Denial of Service (DDoS) — cari ad Anonymous.

Più semplicemente, i malintenzionati potrebbero utilizzare tutta l’ampiezza di banda della connessione d’un computer per saturare quella del loro obiettivo all’insaputa del proprietario. Una pratica che esporrebbe gli utenti di Skype a denunce penali: per tutelarsi è sufficiente scaricare l’ultima versione del software su Windows, attivare un firewall e disattivare l’accettazione automatica dei file dai contatti. Quello distribuito via Skype non è il Dorkbot originario, ma una variante realizzata appositamente per il programma.

Via | BBC

  • shares
  • Mail