Facebook: link condivisi (anche in privato) e Like sono la stessa cosa

Facebook: link condivisi e Like sono la stessa cosa

Link condivisi e Like sono la stessa cosa per Facebook? Chi vi scrive si è posto questa domanda per lungo tempo (soprattutto da quando il social network ha introdotto il plugin destinato ai siti web), senza mai trovare una risposta ufficiale e definitiva. Risposta che a quanto pare è arrivata, per cui possiamo dire una volta e per tutte che link condivisi e Like sono la stessa cosa, senza punto interrogativo.

È stato il Wall Street Journal a sollevare la questione, notando che il contatore di Like presente nelle pagine web aumenterebbe non solo con la condivisione di un link sul Diario pubblico di Facebook, ma anche attraverso un messaggio privato. Il tutto associato a un bug a causa del quale, in alcune occasioni, sarebbero aggiunti due Like invece di uno. Ecco come ha risposto Facebook:

"Assolutamente nessuna informazione privata è stata esposta e Facebook non effettua Like automatici su nessuna Pagina al posto dell'utente. Molti siti che usano i bottoni 'Like', 'Raccomanda' o 'Condividi' portano con sé anche un contatore accanto a essi. Questo contatore riporta il numero di volte che le persone hanno fatto click sui bottoni e anche il numero di condivisioni del link di quella pagina su Facebook.

Quando il conto è incrementato tramite condivisioni via messaggi privati, nessuna informazione è scambiata e le impostazioni sulla privacy dei contenuti non sono modificate. I link condivisi tramite messaggio non modificano il conto nel Like alle Pagine.

Continua dopo il break.

Nella risposta di Facebook ci sarebbe anche la parte dove si ammette il bug di cui sopra, ma non è il punto della questione. Il punto è invece che come ammette Facebook, non solo link condivisi e Like sono la stessa cosa, ma per "link condiviso" s'intende anche quello inviato tramite messaggio privato tra amici, e immagino quindi anche tramite chat. Un'invasione nella privacy sulla quale il social network rassicura, ma che a qualcuno potrebbe ancora una volta far storcere il naso.

Il fatto che Facebook vada a controllare i link scambiati, del resto, non è una novità assoluta: oltre al conto dei Like infatti, i collegamenti vengono controllati anche per assicurarsi che non riguardino siti contenenti malware di un qualche genere. A questo punto, il suggerimento è sempre lo stesso: se c'è qualcosa che non vale la pena o che per qualsiasi motivo è meglio non condividere, semplicemente non fatelo.

Via | CNET.com

  • shares
  • Mail