Project Austin, un’applicazione per Windows 8 che s’ispira al Courier

Logo di Visual StudioCourier sarebbe dovuto essere un eReader equipaggiato di dual-touchscreen a emulare l’usabilità dei libri cartacei: mostrato nel 2008, il prototipo è stato ritirato nel 2010 e non è mai entrato in produzione. Gli sviluppatori di Microsoft hanno recuperato una parte della tecnologia orientata a Courier nel costruire una nuova applicazione, Project Austin, per le annotazioni digitali in Windows 8. Il progetto è piuttosto interessante perché – a prescindere dalle origini – integra i servizi di Microsoft Accounts (ex Windows Live).

Project Austin non ambisce a sostituire OneNote, l’applicazione di Office per gestire le annotazioni: è un progetto più elementare, che non ammette la possibilità di scrivere con la tastiera – fisica o virtuale che sia – e funziona soltanto coi dispositivi che prevedano uno schermo in touchscreen. Le caratteristiche costitutive di Project Austin lo rendono paragonabile a Skitch, un componente di Evernote che recentemente è stato rimosso dagli app store di Android, iOS e Mac OS X per essere integrato nell’applicazione principale.

Con Project Austin è possibile prendere annotazioni su un taccuino virtuale nel quale possono essere importate le immagini caricate sul disco fisso o in cloud computing su SkyDrive. Non esistono altre funzioni, se non la possibilità di “sfogliare” le note salvate nel programma: è un esperimento teso a dimostrare le caratteristiche di Visual Studio, non un prodotto commerciale. Tant’è che Project Austin è un progetto open source, rilasciato sotto Apace License 2.0 su CodePlex, rivolto a chi sviluppa per Windows 8 con Visual C++.

Via | Microsoft

  • shares
  • Mail