La Germania consiglia ai cittadini di abbandonare Internet Explorer

L’Ufficio Federale per l’Informazione sulla Sicurezza, che in sigla si chiama BSI ed a tutti gli effetti è un’agenzia per cybersicurezza nazionale in Germania, ha consigliato agli utenti di abbandonare frettolosamente Internet Explorer fino a quando Microsoft non avrà chiuso una falla di sicurezza critica sul proprio browser.

L’avviso, comunicato sabato, si riferisce ad un problema riscontrato su IE6, IE7, IE8 e IE9, sia che giri su Windows XP, su Vista o Seven: si tratta di una vulnerabilità che consente ad un possibile hacker di far girare del codice in remoto. Windows 8 e IE10, il browser fornito con il nuovo sistema operativo che al momento è in fase di uscita, sono liberi dal problema.

Microsoft sta lavorando alacremente per risolvere il problema, ma stupisce un po’ che un’agenzia governativa decida di diramare un allarme e seminare il panico, soprattutto se (come in questo caso) non esiste alcun rapporto su un’escalation degli attacchi rivolti a queste versioni del browser di Redmond.

Va comunque detto che Explorer è da sempre uno dei bersagli preferiti dagli hacker indipendenti e governativi, anche nell’ambito dello spionaggio industriale.

Microsoft non ha fornito consigli mirati per il normale consumer, solo di aggiornare i propri antivirus o di installare l’Enhanced Mitigation Experience Toolkit prodotto dalla multinazionale, uno strumento che non è molto agevole per chi è privo di esperienza.

Va fatto notare che nessun altro paese ha diramato allarmi in merito alla vulnerabilità di IE, un browser che per qualche ragione è malvisto dalle autorità tedesche. Già qualche anno fa, infatti, la BSI aveva consigliato di lasciare Explorer favorendo la concorrenza - Anche se nel giro di qualche mese si era detto altrettanto sfiduciato nei confronti di Firefox. Dato che la Germania odia anche Google, a questo punto direi che ai tedeschi restano solo Safari o Opera...

Via | The Hosting News

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: