Amazon ha sostituito Google con Bing per Kindle Fire e Kindle Fire HD

Fotografia di Kindle Fire HDAmazon ha sostituito il motore di ricerca predefinito in Silk – il browser, basato su WebKit, previsto da Kindle Fire e Kindle Fire HD – con Bing: la prima versione del tablet utilizzava Google. È la seconda scelta, dopo la sostituzione delle mappe geografiche con quelle di Nokia, a rimuovere i prodotti della multinazionale di Mountain View in favore di quelli distribuiti da Microsoft. Se s’includono App-Shop per Android e la pubblicità personalizzata priva di AdSense, un successo della gamma non andrebbe a vantaggio di Google.

Per gli utenti è un problema relativo, in quanto sono già disponibili diversi browser alternativi — soprattutto Opera, mentre Chrome e Firefox arriveranno in seguito. Non è chiaro, invece, se lo stesso Silk permetta d’effettuare delle ricerche con altri motori o di sostituire Bing nel modulo predefinito: le novità annunciate dagli sviluppatori di Amazon non citano queste possibilità. La partnership con Microsoft potrebbe essere alla base del basso costo dei dispositivi, perché l’impostazione del motore di ricerca è stata pagata.

A prescindere dai rapporti commerciali fra Amazon e Microsoft, Kindle Fire e Kindle Fire HD sono fra i primi prodotti a prevedere un ecosistema collaterale ad Android senza il controllo di Google: i tablet installano una variante del sistema operativo – basata su Ice Cream Sandwich (ICS) – diversa da quella prevista dalla maggioranza dei dispositivi. Nonostante siano disponibili i sorgenti di Android, gli altri produttori preferiscono appoggiarsi a Google. Amazon ha dimostrato che questa “dipendenza” non è affatto obbligatoria.

Via | Search Engine Land

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: