Google resterà il motore di ricerca predefinito per Opera fino al 2014

L'azienda norvegese Opera Software ha appena annunciato che per almeno altri due anni Google resterà il motore di ricerca predefinito del suo celebre browser, Opera, sia per la versione desktop che per quella mobile. L'accordo stretto con Google nel 2005, già rinnovato nel 2009, è stato esteso ulteriormente fino al 1 agosto 2014.

Google continuerà ad essere il motore di ricerca predefinito di Opera, che allo stesso tempo si impegnerà a promuovere gli altri prodotti e servizi offerti dall'azienda di Mountain View. Google rispetterà la sua parte dell'accordo continuano a finanziare il progetto Opera.

Certo, la situazione odierna delle due aziende è ben diversa da quella del 2005 - Google Chrome era solo un miraggio e il mercato mobile era ancora acerbo - e se quando fu raggiunto l'accordo Google aveva bisogno del supporto di un browser come Opera, ora è innegabile che sia proprio l'azienda norvegese a trarre un vantaggio maggiore da questa intesa. Chissà come cambieranno le cose da qui al 2014 e se Google deciderà di portare avanti quell'accordo, voi che ne pensate?

Via | The Inquirer

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: