MPEG programma la disponibilità di H.265 nel primo trimestre del 2013

Logo di MPEGMotion Picture Expert Group (MPEG) e International Telecommunication Union (ITU) hanno annunciato in un meeting tenutosi a Stoccolma la futura disponibilità di High Efficiency Video Coding (HEVC), conosciuto anche come H.265 o MPEG-H Part 2. È un codec multimediale che permette lo streaming dei video alla stessa qualità di H.264 – lo standard di compressione più diffuso sul web – impegnando appena la metà dell’ampiezza di banda. In termini semplici, H.265 permette di scaricare video in alta definizione al doppio della velocità.

Il nuovo formato dovrebbe raggiungere il mercato nei primi mesi del 2013, ma bisognerà attendere perché H.265 sia impiegato nelle Internet-Connected TV (ICTV): il target iniziale sarà probabilmente quello di smartphone e tablet, che beneficeranno della ridotta ampiezza di banda richiesta. La diffusione di H.265 sarà gestita da MPEG LA, il consorzio che mantiene H.264 — è un codec proprietario, subordinato al pagamento delle royalty per la compressione video e gratuito per gli utenti che ne usufruiscono durante la decompressione.

Insieme a H.265, MPEG è impegnata a sviluppare uno standard per la fruizione dei video tridimensionali senza l’utilizzo di occhiali dedicati. Questo secondo codec richiederà più tempo e dovrebbe essere proposto nel 2014: lo sviluppo è coordinato da Ericsson. Le statistiche prevedono un aumento del traffico dello streaming multimediale, che a partire dal 2015 dovrebbe raggiungere addirittura il 90% dei dati trasmessi via internet. Sarà interessante valutare l’effetto della disponibilità di H.265 su Google che a H.264 oppone VP8.

Via | ITWire

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: